|

Unicredit: piano da 18.200 esuberi (in Italia 6.900)

Mano pesante di Unicredit nel nuovo piano industriale fino al 2018, che ieri il cda ha approvato con molti tagli in più del previsto: ben 18.200 dipendenti andranno a casa, ma molti verranno assorbiti nella controllata ucraina e, dice il Messaggero

nella joint venture alla pari con il Santander relativa alla controllata Pioneer per la quale ieri è stato firmato l’accordo quadro

UNICREDIT E I TAGLI

In Italia, sempre secondo il quotidiano romano

Nel dettaglio, in Italia gli esuberi nuovi dovrebbero riguardare 540 persone, per la maggior parte dirigenti. Nel marzo 2014, infatti, Unicredit concordò con le sigle sindacali un piano al 2018 che prevedeva 5.100 esuberi (di cui 2.400 già avvenuti, e 2.700 da effettuare); mentre secondo fonti sindacali il nuovo documento, che traguarda la stessa scadenza triennale, comporta altre 540 uscite. Nella presentazione che Unicredit ha diffuso allegata al piano strategico si fa riferimento per l’Italia a 6.900 esuberi: nel numero sono compresi sia i vecchi accordi sia i dipendenti di società basate in Italia ma che operano in altri paesi dove la banca è presente.

SINDACATI CONTRARI

Una notizia che non lascia indifferenti i sindacati, ma che significherà per Unicredit un contenimento dei costi per 1,6 miliardi

«Dichiariamo tutta la nostra contrarietà rispetto all’ennesimo piano di contrazione e non di rilancio di Unicredit, che di nuovo sceglie la strada del ridimensionamento in tutta Europa anziché quello dell’espansione», ha commentato Mauro Morelli del sindacato Fabi. […]«Il piano prevede per il 2018 importanti obiettivi in termini di redditività e coefficienti patrimoniali, confermando la capacità del gruppo di generare capitale in modo organico e distribuire dividendi – ha detto Federico Ghizzoni in conference call – E’ un piano rigoroso e serio e al tempo stesso ambizioso. Ma è soprattutto realistico, perché si basa su azioni che dipendono dalle nostre scelte manageriali, ed è un piano totalmente autofinanziato»

TAG: Unicredit