salario accessorio
|

Roma, la prima figuraccia del commissario Tronca

Oggi, mercoledì 11 novembre, a Roma non potevano circolare i veicoli più inquinanti. Peccato che i romani non ne sapessero nulla. La decisione, presa dal commissario Francesco Paolo Tronca, non è stata infatti comunicata ai cittadini della Capitale. Tanto che lo stesso commissario ha dovuto fare retromarcia, comunicando agli uffici di annullare le multe odierne. Un pasticcio, il primo del commissario, dopo il quale è stata almeno evitata la beffa per i cittadini. Altro che “modello Milano da adattare per Roma Capitale.

LA PRIMA “FRITTATA” DI TRONCA –

A informare i romani sull’annullamento delle infrazioni è lo stesso sito del Comune, motivando così la “frittata”:

«A causa di un’intempestività registrata nella comunicazione all’utenza, il Commissario Straordinario di Roma Capitale ha impartito disposizioni agli uffici affinché provvedano in autotutela all’annullamento dei verbali di infrazione relativi alla giornata di oggi, per evitare che i cittadini vengano penalizzati dalla tardiva informazione»

Così, spiega il Comune, il blocco della circolazione nella Fascia Verde per i veicoli più inquinanti sarà in vigore domani, giovedì 12 novembre, dalle ore 7.30 alle ore 20.30. Riguarderà le seguenti categorie:

Autoveicoli a benzina “euro 0”, “euro 1”; autoveicoli diesel “euro 0”, “euro 1” e “euro 2”; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi “euro 0” e “euro 1”; microcar diesel “euro 0” e “euro 1”

Questa volta, romani avvertiti.