Gomme invernali
|

Gomme invernali, tutte le regole e le date da rispettare per essere in regola

Gomme invernali

, dal 15 novembre scatta l’obbligo per tutti gli automobilisti di montare i particolari dispositivi o di avere con sé le catene da neve nelle zone in cui l’inverno è più rigido. Da quel giorno sia su strade comunali sia su quelle provinciali, oltre che sulle autostrade, si potrà incorrere in controlli. L’obbligo scatta su decisione del gestore in caso di pericolosità della circolazione. Non riguarda tutta Italia ma solo regioni, province e singoli tratti che richiedono un’attenzione aggiuntiva dal punto di vista della sicurezza.

GOMME INVERNALI, L’OBBLIGO NON È NAZIONALE

Sul sito di Pirelli è possibile monitorare le ordinanze provincia per provincia in modo da essere sempre aggiornati su quanto previsto dal gestore della strada. Se non avete con voi le catene da neve o le gomme invernali e siete su un tratto che ne richiede l’obbligo rischiate una sanzione che va da 41 euro se siete pizzicati su strade comunali o statali a 84 euro , ridotta a 59 euro se il pagamento è effettuato entro cinque giorni, se doveste essere beccati in autostrada. Attenzione. La Polizia Stradale potrebbe contestarvi anche infrazioni per guida pericolosa. Rischiate un aggravio minimo di 39 euro più la decurtazione di punti sulla patente.

Gomme invernali
(Andreas Rentz/Getty Images)

GOMME INVERNALI, IL MESE DI TOLLERANZA E LE SANZIONI

La legge in realtà concede un mese di tolleranza a tutti gli automobilisti così da permettere loro di dotarsi di gomme invernali o di catene da neve. Il mese però scatta dal 15 ottobre quindi a partire dal 15 novembre non avete più scuse. Dovete essere in regola fino al 15 aprile. Da quel giorno avete un altro mese per togliere le gomme invernali e sostituirle con gli pneumatici estivi. Attenti, se non fate il cambio a partire dal 15 maggio rischiate una multa ancora più salata. Ma di questo ne parleremo più avanti. Le gomme invernali devono essere sostituite perché nei mesi più caldi tendono a usurarsi maggiormente con un conseguente aumento degli spazi di frenata e una peggiore usura.

GOMME INVERNALI, COME SONO FATTE

Le gomme invernali sono composte da una mescola ricca di silice. Questa offre una buona aderenza anche alle basse temperature grazie alla loro capacità di “scaldarsi” mantenendo un’elevata elasticità dei tasselli. Il battistrada è inoltre caratterizzato dalla presenza di lamelle che, riempitesi di neve o fango, aumentano l’attrito complessivo delle coperture. Le gomme invernali sono quindi più “morbide” delle altre. Questo porta però a un consumo anomalo con le alte temperature. Ricordiamo che il limite legale della profondità del battistrada è di 1,6 millimetri mentre è consigliato non scendere mai sotto i 3,5 millimetri.

GOMME INVERNALI, IL LOGO M+S E LA CERTIFICAZIONE 3PMSF

Le gomme invernali hanno ulteriori caratteristiche che le differenziano dagli pneumatici normali. Sulla spalla esterna riportano una sigla particolare, M+S, che sta per “Mud + Snow”, letteralmente “Neve + Fango”. Questa sigla è necessaria per l’omologazione delle gomme invernali e può essere affiancata da un disegno che raffigura una montagna a tre punte con un fiocco di neve al centro. Se sulla spalla delle gomme invernali prescelte è presente questo simbolo vuol dire che le coperture sono certificate 3PMSF. Vuol dire quindi che hanno superato il test di omologazione previsto dal Regolamento comunitario 117, per condizioni invernali difficili. Queste gomme invernali offrono migliori prestazioni in frenata e in decelerazione oltre a un comportamento omogeneo rispetto agli pneumatici invernali M+S.

 

LEGGI ANCHE: Pneumatici invernali, dal 15 novembre scatta l’obbligo

 

GOMME INVERNALI, ATTENTI ALLE “ALL SEASON”

Non esistono solo le gomme invernali. Con il passare degli anni il mercato ha introdotto un’altra tipologia di pneumatici, i cosiddetti “all Season”, progettati per essere versatili e dare il meglio in ogni condizione, dall’asfalto asciutto a quello innevato. Il battistrada di queste gomme è più profondo, ha un diverso disegno ed è caratterizzato da una mescola particolare. 6 sicuro ci propone i risultati di alcune prove su strada che hanno dimostrato come gli pneumatici all season si comportino peggio rispetto alle gomme invernali con una minore aderenza su neve e ghiaccio. Tutta colpa delle lamelle meno profonde. E più si va al risparmio, più la tenuta di strada peggiora. Nella bella stagione la prestazione rispetto alle gomme estive è la stessa ma le All Season sono più rumorose.

GOMME INVERNALI, LA PAROLA AL GOMMISTA

Ovviamente le migliori gomme invernali per le vostre esigenze (e per le vostre tasche) vi verranno consigliate dagli esperti del settore, i gommisti, che sapranno scegliere per voi il modello più adatto per il vostro stile di guida e per la vostra vettura.  Anche perché il gommista saprà scegliere delle gomme invernali che non creino problemi in estate. Il Ministero dei Trasporti nel 2014 ha deciso che le coperture termiche o gli pneumatici all season con un codice di velocità inferiore a quanto indicato nella carta di circolazione possono circolare solo dal 15 ottobre al 15 maggio, comprendendo quindi i due mesi di “tolleranza” previsti dalle norme. Se non li doveste cambiare e veniste beccati a un controllo rischiereste una sanzione che va da 419 a 1.682 euro, il ritiro della carta di circolazione e l’invio in revisione del veicolo.

GOMME INVERNALI, OCCHIO ALLA LETTERA DELLA VELOCITÀ

Le gomme invernali sulla spalla hanno indicata una lettera che corrisponde alla velocità massima autorizzata per quella tipologia di pneumatico. Secondo la tabella proposta da Pneus Online, a una lettera corrisponde una velocità.

Gomme invernali

Quindi attenti. Se la lettera stampata sulla spalla delle vostre gomme invernali è inferiore alla velocità massima indicata sul libretto di circolazione dovete farli togliere prima del 15 maggio, altrimenti potete lasciarli lì.

(Photocredit copertina PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)