|

La tragedia aerea dalla quale è nato Star Trek

Una bellssima graphic novel realizzata da The Oatmeal racconta come Gene Roddenberry abbandonò la carriera di pilota della Pan Am e diventò uno scrittore. Divenendo in seguito il creatore di Star Trek.

star trek

L’EROICO GENE RODDENDERRY –

Il 18 giugno del 1947 Gene Roddenberry, già aviatore decorato nella seconda guerra mondiale, era il copilota di un volo diretto da Calcutta a New York, quando uno dei due motori dell’aereo prese fuoco sui cieli della Siria.  Roddenberry tenne compagnia a una passeggera sola, mentre il capitano guidava l’apparecchio verso terra. L’aereo si schiantò poi al suolo in una zona deserta e Roddenderry, pur con due costole rotte, contribuì prima al salvataggio dei passeggeri dalle fiamme e poi a trovare un’abitazione dotata di radio con la quale fu possibile lanciare l’allarme.

LEGGI ANCHE:  Star Trek torna in tv con una nuova serie nel 2017

COME FU CHE DA UN INCIDENTE AEREO NACQUE STAR TREK –

Morirono 14 passeggeri, 22 persone si salvarono. Per Roddenderry era la terza volta nella quale si trovava a precipitare con un aereo e l’occasione lo spinse a rinunciare alla carriera di pilota e a darsi a qualcosa di più tranquillo, come lo scrittore. Trovò poi uno sbocco professionale come autore televisivo e infine la fama mondiale con la creazione di Star Trek. Roddenderry è diventato a sua volta soggetto di numerosi lavori letterari, ma fino a oggi nessuno aveva ancora dedicato una storia illustrata a quella sua lontana impresa.

 

 

 

 

TAG: Star Trek