Matteo Renzi
|

Sondaggi politici: il PD allunga, il distacco dal M5S si allarga fino a nove punti

La rimonta del Movimento 5 Stelle sembra interrompersi e il Partito Democratico invece, dopo la flessione delle ultime settimane, sembra in grado di riallargare quel margine di vantaggio che i principali istituti demoscopici stavano quantificando attorno ai 5/6 punti percentuali. I segnali positivi arrivano dall’ultimo sondaggio di Euromedia Research reso noto ieri nel corso della trasmissione Ballarò, ma anche dai numeri di un sondaggio riservato a cui Giornalettismo.com è riuscito a dare una sbirciatina.

 

LEGGI ANCHE: Il grafico che fa sognare il M5S: recuperati 15 punti al Partito Democratico (secondo Masia)

 

SONDAGGI POLITICI, SI FERMA LA RIMONTA M5S? –

I dati diffusi ieri su Raitre segnalano il Pd al 31,5% di consenso, in crescita di tre decimi di punto rispetto alla rilevazione della settimana precedente, e il Movimento 5 Stelle al 26,5%, in calo di mezzo punto in sette giorni. Il trend viene confermato dal sondaggio riservato nelle mani dei vertici del Pd, che indica il partito di Matteo Renzi in ripresa di due decimi al 34,4% e il Movimento 5 Stelle sostanzialmente fermo (flessione di 0,1 punti) al 25,7%. Un divario di circa 9 punti.

Si tratta di variazioni che, anche se raccolte in un periodo lontano dalle future elezioni politiche, lasciano ben sperare i Dem sulla possibilità di mantenere a distanza gli avversari più pericolosi in caso di sfida elettorale con l’Italicum (che prevede il ballottaggio per le prime due liste se nessuna riesce al primo turno ad ottenere il 40% dei voti).

Segnali positivi, per i democratici, giungono anche dall’istituto triestino Swg, il primo a segnalare un’inversione di tendenza dei 5 Stelle. Nel dettaglio, Swg ha stimato il Pd al 34,3% (-0,4 punti) e il M5S al 25,5% (-1,3), confermando il divario rilevato dal sondaggio riservato di cui vi abbiamo parlato.

(Foto di copertina: ANSA / PALAZZO CHIGI / TIBERIO BARCHIELLI)