game of thrones
|

Game of Thrones 6, le ultime notizie e teorie [SPOILER]

George R.R. Martin ha spiegato la genesi del motto «l’inverno sta arrivando», mentre attrici e addetti alla produzione hanno seminato indizi sulla prossima stagione, della quale non si sa ancora molto. Seguito ad altro rischio di spoiler.

got white walkers

LO SPOILER DI GAME OF THRONES CHE NON LO ERA –

Il regista Miguel Sapochnik ha seminato scompiglio pubblicando un tweet nel quale appare un riferimento a una «whitewalker unit», eccitando gli appassionati che fremono per vedere all’opera gli «estranei» dotati di misteriosi poteri e animati da uno scopo ancora più misterioso. Nulla di fatto, lo stesso ha poi spiegato che si tratta del soprannome di una unità di operatori e che ci sono Lupi e i Draghi senza che questo comporti l’apparizione del relativo bestiario.

UNA SBIRCIATA AL COPIONE DI GAME OF THRONES  –

L’attore francese Elie Haddad,che nella sesta stagione avrà un ruolo non ancora rivelato, ha pubblicato invece su Instagram la foto di un iPad aperto su una pagina del copione, subito carpita da interessati internauti. Che però ci sono rimasti abbastanza male, perché la pagina contiene un dialogo riferito a Danaerys Targarian dal quale si può dedurre ben poco di quel che accade.

COSA SUCCEDE AD APPRODO DEL RE –

Non molto ha rivelato invece l’interprete di Margaery, che alla fine della quinta stagione languiva ancora in una cella di Approdo del Re, ma quel tanto basta per dedurre che la moglie di re Tommen riuscirà a ritrovare la libertà e a prendersi qualche soddisfazione, visto che Natalie Dorner dice che troverà soluzioni ingegnose e divertenti per trarsi d’impaccio. Concentrata sul destino di Jon Snow, che è morto alla fine della quinta stagione e che forse non lo resterà nella sesta, l’attenzione dei fan ha trascurato l’inevitabile duello tra Cersei e l’Alto Passero e il ruolo di Lady Olenna nelle future vicende, anche se è sull’alleanza tra le due case ormai dominate dalle due lady che si regge il Trono di Spade ed è ad Approdo del Re più che altrove che si reggono le fila della trama della serie.

LEGGI ANCHE: Game of thrones 6, gli spoiler del libro ‘Game of Thrones: The Noble Houses of Westeros’

L’INVERNO DI MARTIN –

La sesta stagione è anche la prima che precede i libri di George R.R. Martin dai quali è tratta la saga. In una lunga chiacchierata presso la scuola di giornalismo che ha frequentato a Chicago, Martin ha confermato di essere uno scrittore molto lento e anche di essere stato in parte travolto dal successo della serie televisiva. Martin nell’occasione ha spiegato anche da dove ha tratto il motto «l’Inverno sta arrivando» e buona parte dell’ispirazione per quello che accade oltre la barriera. È stato proprio un inverno vissuto a Chicago, nel 1967, a lasciare in Martin il ricordo di cumuli di neve, di un paesaggio spettralmente bianco e di un mondo nel quale ci si spostava camminando in stretti passaggi scavati tra la neve.