antonio floris ucciso
|

Ucciso Antonio Floris, il detenuto «evaso» dal carcere di Padova

Sarebbe stato ucciso Antonio Floris, il detenuto che si riteneva fosse evaso dal carcere di Padova dopo non essere rientrato in cella, venerdì scorso, dopo un permesso. Al momento mancherebbe il solo riscontro medico, ma gli investigatori sono convinti che sia di Floris il cadavere trovato nel pomeriggio vicino alla coop dove lavorava. Forse Floris non era neanche evaso.

LEGGI ANCHE: Fabio Perrone, l’ergastolano e l’evasione da film dall’ospedale di Lecce

UCCISO ANTONIO FLORIS: IL SUO CORPO NELLA COOPERATIVA PER CARCERATI DOVE LAVORAVA

– Secondo le prime ricostruzioni Floris è stato colpito violentemente alla testa almeno due volte con un bastone o una spranga. Il corpo è stato in seguito nascosto sotto una catasta di legna. A scoprire il cadavere gli agenti di polizia che, dal giorno della scomparsa dell’uomo, monitoravano l’area in cerca di possibili tracce. Al momento, tutte le piste della squadra mobile restano aperte. Non è escluso che nelle prossime ore possano essere sentite tutte le persone che svolgono attività legate alla cooperativa per la riabilitazione dei carcerati, che ha sede all’oasi dei Padri Mercedari di Padova.

(foto ANSA / CARLO POZZONI)