|

Riscaldamento globale, l’anno più caldo di sempre supera quota +1°

I dati mostrano un andamento del riscaldamento globale più veloce delle peggiori previsioni, quest’anno la temperatura aumenterà più di un grado rispetto alla media delle temperature tra il 1850 e il 1900, il dato preso a riferimento in Gran Bretagna.

Riscaldamento globale

RISCALDAMENTO GLOBALE E NUMERI –

Su una cosa sono d’accordo tutti gli scienziati, se l’aumento delle temperature da qui alla fine del secolo la temperatura del pianeta supererà i 2° rispetto alla media delle temperature tra il 1850 e il 1900, nessuno è in grado di valutare le conseguenze che aumenti maggiori potrebbero provocare sul pianeta, se non che saranno sicuramente catastrofiche.

2015 L’ANNO DEI RECORD –

In Gran Bretagna quest’anno l’aumento supererà il grado centigrado e non succederà solo in Gran Bretagna, visto che salvo un dicembre ovunque freddissimo il 2015 sarà l’anno più caldo dall’inizio dell’era industriale e in generale da diversi secoli a questa parte. In Gran Bretagna la temperatura ha raggiunto il dato di 1.02 ° con un margine d’errore del più o meno 0,11° secondo i dati del Met Office britannico e della Climatic Research Unit at the University of East Anglia.

LEGGI ANCHE: Riscaldamento globale: “Ci sono già conseguenze irreversibili”

NON SOLO EL NINO –

A contribuire al record anche la presenza del Nino, la corrente calda che è tornata a manifestarsi nel Pacifico, ma il 2016 sarà ugualmente da caldo record e secondo gli scienziati la temperatura del pianeta si consoliderà sempre di più a livello di +1°. Una aumento ormai attribuito unanimemente al contributo antropico e alle emissioni inquinanti, una minaccia monitorata dall’Intergovernmental Panel on Climate Change ormai da anni e che i governi di tutto il mondo hanno finora sostanzialmente ignorato, mancando di disegnare una strategia globale che possa essere efficace come quella messa in campo per rimediare al buco nello strato dell’ozono. Tra poche settimane si ritroveranno tutti per l’ennesima conferenza COP sul riscaldamento globale, secondo molti una specie di ultima spiaggia, secondo gli scettici solo l’ennesima passerella senza conseguenze.