Antonio Rüdiger
|

Antonio Rüdiger: «A Roma sto benissimo. Speciale giocare con Totti»

Antonio Rüdiger è una delle più belle sorprese della Roma di quest’anno. Il giovane difensore tedesco, arrivato quest’anno nelle file dei giallorossi, ha spiegato a Bild come sono andate, sportivamente e personalmente, le prime settimane in Italia.

ANTONIO RÜDIGER ROMA

– Antonio Rüdiger ha raccontato a Bild Zeitung il suo inserimento nella fortunata Roma di questo inizio stagione. Il difensore tedesco, proveniente dallo Stoccarda, ha già trovato una casa, presa a soli 15 minuti da Trigoria. Roma piace molto ad Antonio Rüdiger.

Il traffico a Roma batte sicuramente le due città in cui ho vissuto più a lungo, Berlino (dove è nato e cresciuto, ndA), e Stoccarda. A Stoccarda si sta spesso in coda, ma a Roma c’è qualcosa di caotico. Il tempo è sempre bello qui, così come è molto buono il mangiare, e le persone sono molto aperte. Mi sento davvero a mio agio a Roma.

Antonio Rüdiger è rimasto molto colpito dalla proverbiale passione calcistica dei capitolini per la Roma.

Le persone vanno davvero matte per il calcio, è qualcosa di estremo. Quando ho fatto le visite mediche una signora anziana si è avvicinata a e mi ha detto: “Ciao giallorossi! Forza Roma!. Sono sicuro che in Germania nessuna signora anziani sia in grado di riconoscermi.

Il difensore della Roma rimarca come la grande passione dei tifosi giallorossi aumenti la pressione sui giocatori, visto che si percepisce il forte desiderio di diventare campioni d’Italia. Secondo Antonio Rüdiger la Roma, per le qualità della squadra, deve porsi l’obiettivo di vincere il campionato. Per il giovane tedesco le chance di vittoria finale sono buone, anche se la lotta sarà equilibrata. “Fiorentina, Inter, Napoli, e anche la Juve possono vincere il titolo come noi.

LEGGI ANCHE

Rsi licenzia Stefano Eranio per il suo commento razzista su Rudiger

Luis Enrique in conferenza stampa: «Che ha fatto la Roma al derby?»

ANTONIO RÜDIGER CARATTERISTICHE

– Nell’intervista con Bild Zeitung Antonio Rüdiger racconta il suo incontro con il capitano e icona della Roma, Francesco Totti, il primo che l’ha salutato quando si è unito alla sua nuova squadra.
“Prima mi piaceva sceglierlo quando giocavo alla Playstation, ora invece gli siedo a fianco nello spogliatoio. Ha un carisma speciale”.
Antonio Rüdiger confessa la grande emozione che gli suscita la Champion’s League, la competizione più speciale, e l’enorme ammirazione per Leo Messi. Il difensore della Roma rimarca come la stella del Barça sia l’unico giocatore impossibile da fermare, visto che coi suoi movimenti è capace anche di sfuggire ai falli. Il giocatore tedesco pensa inoltre che grazie alla Roma potrà giocare i prossimi Europei con la nazionale campione del mondo. Un sogno per lui, che non vede problemi nello svolgere un ruolo diverso da quello di difensore centrale come ora.

Photo credit: Marco Luzzani/Getty Images