|

Aereo russo precipitato in Sinai: «Si sente un’esplosione a bordo»

Aereo Sinai: si avvale sempre di più l’ipotesi bomba per il volo russo della linea Metrojet precipitato dove hanno perso la vita tutte le 224 persone a bordo. Secondo quanto rilevato all’interno della scatola nera pochi minuti prima che l’Airbus 321 scomparisse dai radar si sente un rumore simile a quello di una esplosione.

aereo sinai bomba
(Foto KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images)

AEREO SINAI: L’IPOTESI USA DELLA BOMBA A BORDO

– «Credo ci sia la possibilità di una bomba a bordo dell’aereo precipitato nel Sinai e la stiamo valutando seriamente», ha dichiarato il presidente Usa, Barack Obama. Sulla stessa linea anche gli inquirenti inglesi, secondo cui un ordigno potrebbe esser stata caricato nella stiva con la complicità di qualche dipendente dello scalo di Sharm el-Sheikh (aeroporto da cui è decollato l’Airbus). Una fonte del ministero dell’Aviazione egiziano ha però definito «false ed infondate le notizie secondo cui la scatola nera avrebbe rivelato la presenza di una bomba». Il presidente della commissione di inchiesta egiziana sullo schianto terrà una conferenza stampa Al Cairo alle 16 ora italiana, insieme al ministro per l’Aviazione civile.

LEGGI ANCHE: Aereo russo caduto in Egitto, la Russia sospende voli per il paese

AEREO SINAI: TURISTI BLOCCATI A SHARM

– Intanto lo scalo Sharm el-Sheikh è paralizzato con centinaia di turisti a terra, anche italiani. La sospensione dei voli riguarda tutte le compagnie britanniche, compresa anche la rotta da e per Milano dell’EasyJet che non sorvolerà il Mar Rosso fino al 12 novembre. Nelle ultime ore era stato autorizzato un volo EasyJet per riportare in Italia i turisti ancora bloccati. Ma cinque ore prima del decollo nulla da fare, è arrivata la sospensione del volo.

AEREO SINAI: QUEL MISSILE EVITATO DA UN VOLO INGLESE

– Un aereo britannico con 189 passeggeri a bordo il 23 agosto scorso aveva evitato un missile mentre si avvicinava all’aeroporto di Sharm El Sheikh. Lo riferisce il sito del quotidiano Daily Mail scrivendo che il razzo è arrivato a 300 metri dal velivolo della compagnia Thomson, partito da Londra Stansted. Il pilota ha attuato una manovra evasiva ed è riuscito ad atterrare senza problemi. Il missile sarebbe stato lanciato dalle forze armate egiziane durante un’esercitazione.

(Photocredit copertina: SELIMAN AL-OTEIFI/AFP/Getty Images)