|

Karim Benzema passerà la notte in carcere: avrebbe ricattato Mathieu Valbuena

L’attaccante del Real Madrid e della nazionale francese, Karim Benzema, è stato posto questa mattina in stato di fermo per il suo coinvolgimento nella vicenda del ricatto sui video a luci rosse ai danni del compagno Mathieu Valbuena. A peggiorare le cose la scelta delle autorità di tenere in custodia il giocatore che passerà la notte in carcere a Versailles.

Karim Benzema
Karim Benzema REAL MADRID (AP Photo/Paul White, File)

BENZEMA FERMATO, LA NOTTE IN CELLA A VERSAILLES

Lo hanno reso noto fonti vicine alle indagini. L’attaccante del club madrileno si era presentato stamane alla polizia giudiziaria di Versailles per essere interrogato ed e’ stato messo in stato di fermo, ha confermato la procura. Karim Benzema è stato interrogato e secondo le leggi francesi puo’ rimanere a disposizione della polizia fino a 48 ore. Il giocatore, come ha ribadito anche il suo legale Sylvain Cormier, si è dichiarato estraneo ai fatti. Il suo nome è però comparso in alcune intercettazioni e le sue dichiarazioni non corrisponderebbero a quelle di altri arrestati.

LEGGI ANCHE: Karim Benzema, la nuova passione di Rihanna

KARIM BENZEMA, LE INDAGINI

Secondo l’accusa Karim Benzema sarebbe coinvolto in una vicenda avvenuta lo scorso giugno. Mathieu Valbuena riceve una telefonata anonima con cui viene ricattato: 150.000 euro perché non venisse diffuso un suo video a luci rosse girato con la compagna. Secondo “As”, gli inquirenti ritengono che una persona molto vicina a Karim Benzema sia stata contattata dagli estorsori e che l’attaccante del Real ne avrebbe parlato con Valbuena in occasione del ritiro della nazionale il mese scorso. L’unico dubbio è legato al ruolo di Karim Benzema: o avrebbe dato un consiglio al compagno per uscirne o avrebbe fatto pressioni perché pagasse. Qualche settimana fa, per la stessa vicenda, era stato arrestato anche l’ex punta della Lazio Djibril Cisse, poi rilasciato perche’ ritenuto “in buona fede”.