Natura Autunno
|

Natura: perché le foglie degli alberi cambiano colore in autunno

Natura: perché le foglie degli alberi cambiano colore in autunno? Come mai si trasformano da verdi a gialle o marroni? La spiegazione è eminentemente scientifica e dimostra una volta di più la grandezza della natura e la sua perfezione. In fondo le foglie non sono altro che delle “fabbriche di cibo” per le piante e per il Pianeta. L’ingiallimento? Solo un processo d’invecchiamento, e nulla più.

Natura Autunno
(Peter Macdiarmid/Getty Images)

NATURA, LA FOTOSINTESI CLOROFILLIANA

Science Made Simple ricorda che le piante raccolgono acqua dalla terra grazie alle loro radici e anidride carbonica dall’aria attraverso le foglie. La Natura ha previsto che grazie alla luce del sole le piante possano trasformare acqua e anidride carbonica in ossigeno e glucosio. Il primo serve a tutti gli animali della terra per respirare, il secondo, un tipo di zucchero, è invece necessario alle piante per crescere. Tale processo, lo si studia alle scuole elementari, si chiama “fotosintesi clorofilliana”, in quanto è possibile grazie all’ausilio della clorofilla, un pigmento che permette la “trasformazione” a opera dei raggi del sole.

 

LEGGI ANCHE: Le 10 città più pericolose del mondo per catastrofi naturali – Foto

 

NATURA, LE FOGLIE COME FABBRICHE DI CIBO

Ed è la clorofilla a dare il pigmento verde alle foglie. Quando finisce l’estate e si avvicina l’autunno, le giornate si accorciano e gli alberi capiscono dall’intensità di luce che l’inverno sta per avvicinarsi. Nella stagione fredda non è possibile attivare la fotosintesi a causa della carenza sia d’acqua sia di luce. Gli alberi quindi sfruttano il nutrimento che hanno custodito durante l’estate chiudendo così le proprie “fabbriche” di cibo, appunto le foglie. La Natura ha previsto che con il progressivo diminuire del colore verde dovuto allo stop alla fotosintesi ed alla carenza d’acqua le foglie diventino gialle e arancioni, pigmenti già presenti nelle foglie ma “coperti” dalla clorofilla.

NATURA, IL GLUCOSIO IN ECCESSO RESTA INTRAPPOLATO NELLA FOGLIA

La presenza del colore rosso nelle foglie è invece dovuta al mancato assorbimento del glucosio al loro interno. Così, è questo è il caso delle foglie d’acero, l’inverno e il minore irradiamento solare causa l’arrossamento del glucosio. La foglia marrone ha invece questo colore a causa dei residui ivi contenuti e non più necessari alle piante. Gli alberi, secondo Natura, passano la bella stagione a raccogliere cibo e zuccheri sfruttando le proprie fabbriche. Una volta arrivato il freddo invece raccolgono i frutti del loro lavoro “smaltendo” gli impianti che vengono “tagliati” dal ramo da speciali cellule che chiudono ogni collegamento rinnovandoli al ritorno della bella stagione. (Photocredit copertina KAREN BLEIER/AFP/Getty Images)