|

Sondaggi Roma, il Pd crolla sotto il 20%. Vola il Movimento 5 Stelle

Movimento 5 Stelle stabilmente oltre il 30%. Pd mediamente sotto il 20. Sono questi i principali dati che emergono dai sondaggi sulle intenzioni di voto nella città di Roma (dove nonostante la resistenza del sindaco Ignazio Marino sono alte le probabilità di tornare ai seggi in primavera per le Comunali). I 5 Stelle volano mentre i Democratici incassano dai più noti istituti demoscopici dati catastrofici. Se nella Capitale si votasse oggi – questo dicono i numeri – il partito di Renzi otterrebbe poco più della metà dei voti del Movimento, e probabilmente non arriverebbe nemmeno al ballottaggio visto che ad un’ipotetica coalizione di centrosinistra composta da Pd e Sel viene attribuito in media un consenso più basso rispetto ad uno schieramento di centrodestra formato invece da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia.

 

sondaggi roma

LEGGI ANCHE: Marino è al Capolinea. Arrivano le dimissioni in massa dei consiglieri comunali. Del Pd e non solo

 

SONDAGGI ROMA: PD IN PICCHIATA FINO AL 17% –

L’ultimo sondaggio (realizzato il 27-28 ottobre dall’istituto Demopolis per la trasmissione Otto e 1/2) attribuisce al M5S il 33% e conferma gli ottimi numeri elaborati due settimane fa dagli esperti di Tecné, Ipr Marketing, Termometro Politico, Datamedia Ricerche ed Emg Acqua. Il Pd, invece, nel sondaggio di Demopolis non va oltre il 17%, scendendo sotto il 20% per la quarta volta nelle sei recenti rilevazioni. In media il Movimento 5 Stelle oscilla tra il 31,8 e il 35%, mentre il Partito Democratico si muove tra il 17 e il 22.

SONDAGGI ROMA: FORZA ITALIA SEMPRE SOTTO IL 10% –

I segnali sono poco incoraggianti anche per il centrodestra, che mediamente viene stimato nei sondaggi al 24,5% di consenso, circa un punto in più del 23,4% al quale vengono segnalati Pd, Sel ed altre formazioni di centrosinistra. Nel dettaglio Forza Italia (secondo Demopolis al 7,9%) varia in queste settimane tra il 5 e il 9,4%. La Lega Nord (o Noi con Salvini) sembra più altalenante, indicata tra il 3,3 e il 10%. Nel centrodestra l’unico partito a superare talvolta il 10% è Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni viene stimato in media al 9,5% (circa il doppio del dato nazionale).

SONDAGGI ROMA: MARCHINI TRA 7 E 13% –

Non va certamente sottovalutata l’area di centro. Il tracollo del Pd a Roma passa inevitabilmente anche attraverso la crescita della lista civica guidata da Alfio Marchini, che nel 2013 ottenne alle urne il 7,5% e che oggi oscilla tra il 6,8 e il 13,5% (con una media del 10,1). Si tratta di un consenso abbastanza ampio che potrebbe allargarsi anche grazie ad accordi con Area Popolare, la formazione che unisce Ncd ed Udc, che in questi giorni viene segnalata nei sondaggi tra l’1 e il 3%. Numeri che a sinistra non possono sottovalutare. Probabilmente solo un’intesa tra il Pd e l’area civica e di centro può consentire un recupero sensibile sul Movimento 5 Stelle (che ha comunque davanti a sè la sfida difficile di individuare un candidato sindaco capace di non disperdere l’ampio margine di consenso che vanta la lista).

SONDAGGI ROMA: LISTA MARINO MEGLIO DI SALVINI E SEL –

Infine, non può non essere presa in considerazione la possibilità che nasca una lista Marino. In caso di elezioni in primavera il sindaco, dopo essere stato sfiduciato, potrebbe correre di nuovo per il Campidoglio, ma senza il Pd, a capo di una formazione propria. Per i Dem potrebbe trattarsi del colpo del definitivo ko. Datamedia ha stimato una lista Marino al 4,5% di preferenze potenziali. Demopolis all’8,2. Emg al 9. Non sarebbero certamente voti strappati alla destra.

(Foto di copertina: Ansa / Angelo Carconi)