Virginia Raggi
|

Forza Italia, chiude la sede san Lorenzo in Lucina. Il Cav: “non ci sono soldi”

Forza Italia è sempre più in difficoltà. Silvio Berlusconi ha resistito fino all’ultimo ma alla fine ha dovuto cedere. La sede del partito in Piazza San Lorenzo in Lucina chiuderà. Non ci sono soldi per mantenerla e il Presidente non può più sostenere Forza Italia di tasca propria.

Forza Italia
ANSA/CLAUDIO PERI

FORZA ITALIA, IL CAV SI ARRENDE: “NON POSSO SOSTENERE IL PARTITO ANCHE SE LO VORREI”

E dire che nei giorni scorsi Silvio Berlusconi aveva parlato con i coordinatori regionali di Forza Italia spiegando loro che la scelta di chiudere la sede, voluta da molti esponenti, si sarebbe rivelata un pessimo segnale. Era stato anche ridotto l’affitto, passato da 60.000 a 30.000 euro al mese. Il pressing è stato però troppo forte. E anche il Cavaliere ha dovuto desistere: “Non ci sono soldi e io non posso più sostenere il partito, anche se lo vorrei tanto. Bisogna cambiare la legge sul finanziamento ai partiti, questo problema non riguarda solo noi”.

 

LEGGI ANCHE: P3, la difesa di Verdini: «Millanterie. Io come Wolf, risolvo problemi»

FORZA ITALIA SI SPOSTA A PALAZZO GRAZIOLI

Il futuro di Forza Italia? Palazzo Grazioli, la residenza romana di Silvio Berlusconi che ha garantito la presenza di spazi a sufficienza. La scelta di chiudere la sede di San Lorenzo in Lucina, inaugurata nel 2013 per un affitto iniziale di 960 mila euro l’anno per 3.000 metri quadri, un risparmio rispetto ai 2,3 milioni di euro l’anno per 5.000 metri di via dell’Umiltà, ha rappresentato l’occasione per fare il punto sulla morosità di alcuni parlamentari di Forza Italia che non pagano le quote. Per questo si è deciso che verranno organizzate cene per autofinanziarsi. (Photocredit copertina ANSA/Wiktor Dabkowski)