Migranti
|

Migranti, perché il mondo li odia?

Migranti. Perché le persone ce l’hanno con loro? Cosa porta decine di esseri umani a insultare altri esseri umani che cercano di scappare dalla fame e dalla miseria? Non è un discorso solo italiano, purtroppo. Con il passare dei mesi e l’aumento forse anche incontrollabile del flusso di migranti dalle zone di guerra del Medio Oriente si sono moltiplicati i fenomeni d’intolleranza nei confronti dei rifugiati. Ma, e ce lo continuiamo a chiedere, perché?

Migranti
(Matt Cardy/Getty Images)

MIGRANTI, L’IMPEGNO DI GOOGLE E LA RISPOSTA DELLA RETE

L’allarme è stato lanciato da The Next Web, a riprova che il razzismo su Internet non è purtroppo una prerogativa solo italiana. Tutto nasce da un articolo in cui si raccontava l’azione di Google che aiuta i migranti diretti in Grecia proponendo loro una rotta sicura e qualche indirizzo utile in caso di necessità. La risposta? Raggelante, sotto tutti i punti di vista. Gli internauti accusavano il colosso di Mountain View di alimentare l’immigrazione clandestina, di violare le leggi europee, di avere a disposizione molto spazio nella propria sede. E non sono mancati gli attacchi ai migranti che nonostante tutto vogliono l’Europa anziché la Cina, la Russia, il Giappone.

 

LEGGI ANCHE: Migranti, cosa vuole fare Angela Merkel per fermare la crisi

MIGRANTI, PERCHÉ L’EUROPA? È PIÙ VICINA

Tralasciando sulla scarsa conoscenza della geografia da parte del commentatore medio (avete presente dov’è Kos, per fare un esempio? Qui. Quanto dista dalla Turchia? Ecco) perché le persone sfogano la propria rabbia, la propria frustrazione, la propria cattiveria sui migranti? Non basta vederli attraversare il mare rischiando la vita? Dobbiamo anche prenderci il gusto di insultarli, magari in rete così non ci conosce nessuno e non corriamo il rischio di essere riconosciuti? E non si può neanche parlare di minoranza vista la propaganda sul tema delle ultime settimane. Certo, si tratta di un grave problema e nessuno lo nasconde. Ma come si risolve? Insultando la gente? Accusando Google di favorire l’immigrazione clandestina? O sperare in un intervento politico?

MIGRANTI, PERCHÉ ODIARLI?

Moltissimi dei migranti di oggi fino a uno, due, tre anni fa avevano una casa. Ora non più. E che fanno? Dormono in strada? Si ammazzano l’un l’altro? Ovviamente no. Cercano un posto migliore nella speranza di non essere dilaniati da un’esplosione mentre sono in fila per il pane. Semplice, no? Allora perché insultarli? Perché alimentare l’odio in rete? Perché sono maschi? Perché rubano? Perché violentano e ammazzano? Ma quella purtroppo è cattiveria insita in ogni essere umano. Diventa illogico pensare che un migrante porti criminalità o delinquenza. Anzi, magari non ci voleva manco venire. E poi deve pure essere insultato da persone che si fanno grosse dietro a un pc. (Photocredit copertina Matt Cardy/Getty Images)

 

TAG: migranti