Internet
|

Le 10 truffe su Internet a cui credi ancora

Internet è un posto meraviglioso. La Rete ha permesso agli utenti di ampliare le proprie conoscenze, di scoprire mondi e persone nuove, di poter sentirsi più liberi. Con tutto ciò che ne consegue. L’entusiasmo quasi fanciullesco di milioni di persone in tutto il mondo ha spinto organizzazioni criminali più o meno strutturate a sfruttare Internet a proprio vantaggio. Queste col passare degli anni hanno proposte piccole o grandi truffe in grado di “infinocchiare” l’internauta meno attento che magari sceglie di pagare dei soldi per un qualcosa che non avrà mai. Per questo, grazie anche all’aiuto di Yahoo, vi proponiamo le dieci truffe su Internet a cui molti credono ancora, anche se sono appunto delle truffe.

Internet
(VALERY HACHE/AFP/Getty Images)
  • Truffe su Internet: Il principe nigeriano

Un “classico” della frode in rete. Un principe nigeriano o un politico chiede un aiuto per sbloccare delle somme ricevute in eredità o da “scongelare” a seguito di catastrofici incidenti stradali. Ed è possibile partecipare alla divisione della torta, a patto però d’intervnire finanziariamente per liberare i soldi generalmente attraverso una donazione da effettuarsi con Money Transfer. Perché tutti abbiamo avuto sconosciuti che ci promettevano milioni di dollari in cambio di nulla, o quasi.

  • Truffe su Internet: la fidanzata

Una tattica che negli ultimi tempi sta dilagando, forse a causa della solitudine di molti internauti. Una bellissima ragazza vi contatta su un sito d’incontri, inizia a chattare con voi, vi dice che le piacete e che vorrebbe conoscervi. Tuttavia c’è un piccolo problema, non ha i soldi per pagarsi il viaggio. E avrebbe anche bisogno di un aiutino con l’affitto. Voi innamorati pagate e puff, sparisce. Forse non è neanche mai esistita, quella ragazza.

Internet
(VALERY HACHE/AFP/Getty Images)
  • Truffe su Internet: la trappola di Craigslist

Ovvero, quello a garanzia della vendita di un tuo oggetto ti chiede dei soldi e tu glieli dai pure. Poniamo caso che una persona decida di vendere un qualcosa on line. A un certo punto arriva un messaggio con tanto di vaglia per una cifra importante. Vi si chiede solo di girare parte di quel denaro a un contatto via Western Union per pagare la spedizione, generalmente in un posto lontano. Voi pagate pensando di essere coperti dal vaglia. Questo però si rivela un falso clamoroso. E indovinate chi perde dei soldi? Chi doveva vendere!

  • Truffe su Internet: la comunicazione della banca

Un altro grande classico della rete. Un giorno ricevete una e-mail dalla vostra banca in cui vi si incoraggia a collegarvi con le vostre credenziali attraverso una pagina da cui si arriva con un link “pena la sospensione dell’account”. Questo si chiama “Phishing”. Inutile dire che nessuna banca o nessun servizio a pagamento vi manda delle e-mail così. Se proprio vi viene un dubbio, controllate la grammatica della lettera, la forma dei loghi e l’indirizzo del link dedicato. In tutta sicurezza, meglio cancellare l’e-mail ed entrare nel vostro profilo attraverso i canali dedicati per evitare sorprese. LEGGI ANCHE: Il video inquietante che spaventa l’internet

  • Truffe su Internet: Sms Scam

Come il caso precedente solo che il link arriva attraverso un Sms.

Internet
(Michael Bocchieri/Getty Images)
  • Truffe su Internet, l’amico bloccato in viaggio

Un’altra novità degli ultimi tempi. Vi arriva un’e-mail dalla casella di un vostro amico o di un vostro familiare. Costui, o costei, vi dice di essere bloccato in un posto esotico, tendenzialmente lontano e costoso dopo aver subìto una rapina. Servono quindi soldi per rifare i documenti e per tornare a casa. Una storia se vogliamo anche plausibile, a patto di sapere che la persona in questione sia davvero in viaggio. Peccato che queste e-mail partano solo perché il computer del vostro amico è stato infettato da un malware che fa partire queste e-mail.

  • Truffe su Internet, la carta di credito

Un giorno arriva un’e-mail in cui vi si dice di aver avuto diritto ad una carta di credito dal plafond elevatissimo. Basta solo pagare una quota iniziale per poi godersi il pezzo di plastica. Avete già capito che succede se pagate, vero? Esatto, niente carta di credito.

  • Truffe su Internet, la lotteria!

Come la carta di credito. Avete vinto un sacco di soldi. Per prenderli dovete “sbloccare” la pratica. E una volta pagato? Esatto, niente soldi.

Internet
(Axel Schmidt/Getty Images)
  • Truffe su Internet, il lavoro da casa

In tempi di crisi è necessario stare sempre attenti a ciò che viene proposto specialmente in rete. Un giorno potrebbe arrivarvi un messaggio nella vostra casella di posta in cui vi si propone un lavoro casalingo di sicuro avvenire e con un’ottima retribuzione, a patto di comprare il kit necessario per svolgerlo. Vi definite interessati e pagate. Indovinate chi non riceverà nulla ed avrà perso soldi? Si, voi.

  • Truffe su Internet, il falso antivirus

Un giorno state navigando serenamente in rete finché non v’imbattete in un messaggio: “il vostro computer è infettato”. Si, un virus. Pagate e il problema verrà risolto. Ottimo, peccato che si trattava di uno spyware che vi ha infettato il pc. E voi avete dato soldi ai “responsabili” dell’infezione. E ovviamente lo Spyware resta lì.

  • Truffe su Internet, la falsa associazione benefica

Dopo un grave evento naturale può accadere che qualcuno riceva un’e-mail da parte di un’associazione benefica che richiede soldi per aiutare le vittime di terremoti, inondazioni, maremoti. Affidatevi solo ai canali autorizzati se volete far del bene a qualcuno perché spesso tali e-mail sono solo una trappola per spillarvi dei soldi approfittando della vostra buona fede. (Photocredit copertina Axel Schmidt/Getty Images)