NETFLIX
|

Netflix o Netflop? La rivoluzione per ora rimane a casa

“Oh ma chi è passato”? “Aspetta ma non sarà mica…” “no non è lui”. Netflix dopo la conferenza stampa di giovedì mattina ha dato appuntamento ai fans al Palazzo del Ghiaccio di Milano nella serata per festeggiare lo sbarco nel Belpaese alla presenza di alcuni tra i volti noti del servizio. Ma di noti, forse, c’è solo Pierfrancesco Favino. Il resto? Mah.

NETFLIX, I FANS IN ATTESA FUORI DAL PALAZZO DEL GHIACCIO

Avremmo voluto documentarvi la serata, intervistare qualche protagonista, scoprire qualche volto in più di Netflix. Non è stato possibile. E in un certo senso non è andata poi male. La notizia era fuori, tra i fans che si sono accalcati all’esterno dell’ex Palaghiaccio di Via Piranesi nel tentativo d’incontrare qualche volto noto o quantomeno conosciuto grazie alle serie tv. Si sono radunati i clienti potenziali di Netflix: ragazzi universitari, giovani lavoratori, appassionati di mezz’età di serie televisive. Tutti, ripetiamo, clienti potenziali del servizio. Non dimentichiamo poi gli ospiti che uscivano dalla folla in direzione ingresso, uomini in giacca e cravatta e donne in abito da sera, pronti a celebrare quello che per alcuni addetti ai lavori è “un evento”.

NETFLIX: “SCUSA MA CHI È ENTRATO?”

Il pubblico sembra però molto distratto. In conferenza stampa è emerso che l’obiettivo di Netflix è quello di raggiungere una penetrazione “monstre” di una famiglia su tre, un po’ come accade negli Stati Uniti. L’obiettivo sembra tuttavia molto ambizioso ed il perché risiede nelle dichiarazioni dei fans assiepati alle transenne.  Tantissimi hanno acclamato persone che a malapena conoscevano, alcuni non erano preparati sulla programmazione futura di Netflix e, tolto Pierfrancesco Favino, unica vera “star” presente,  almeno a giudicare dai feedback del pubblico, il resto è poca roba. Anche alla domanda “vi siete iscritti stamattina?” le risposte sono state vaghe. Molti hanno detto si. Non sono mancati i no e un ragazzo ha sbottato “beh, con un mese gratis è tutto facile”.

 

LEGGI ANCHE: YouTube Red, la risposta di Google a Netflix

 

NETFLIX, MOLTA ATTENZIONE, POCA CONOSCENZA

Questo è il Netflix di chi non è riuscito ad entrare. Nell’aria c’è molta curiosità ma nei fatti i curiosi accalcatisi all’esterno del Palazzo del Ghiaccio non sembrano aver capito effettivamente né di cosa si tratta né chi sono i protagonisti delle varie serie tv. Ecco, le serie. Le uniche davvero conosciute: “si è passato quello di quella serie x“. “Si, coso lì lo spagnolo, quello che ha fatto quell’altra cosa”. Poco altro. Decine di persone accalcate alle transenne hanno visto attraverso spesse vetrate un mondo fatto di lustrini e abiti da sera sicuramente affascinante ma per certi aspetti lontano dalla loro realtà. E non hanno capito né chi fossero quelle persone e né cosa stesse accadendo. E quando i potenziali spettatori acclamano le stelle quando non ricordano il loro nome è segno tangibile di un qualcosa che non va. E dopo pochi minuti, Via Piranesi si svuota. Restano solo gli ospiti. I potenziali clienti? A casa. Magari davanti alla tv.

(Photocredit e Videocredit Maghdi Abo Abia/Giornalettismo)

TAG: Netflix