ARRESTI ISRAELITICO MASTRAPASQUA DOMICILIARI
|

Israelitico, truffa alla Sanità: 14 ai domiciliari, c’è anche Mastrapasqua

C’è anche Antonio Mastrapasqua, ex direttore generale dell’Ospedale Israelitico ed ex presidente dell’Inps, tra i 14 destinatari di misure cautelari ai domiciliari disposte dalla Procura nell’ambito di un’inchiesta per truffa e danni alla sanità pubblica. Sotto accusa e agli arresti domiciliari i vertici della struttura ospedaliera: dal vice direttore, Tiziana Agostini, al direttore sanitario e responsabile del Day Hospital, Gianluigi Spinelli. Poi ci sono anche i due responsabili dell’ufficio controllo appropriatezza delle cartelle cliniche, Mirella Urso e Antonio Canistrà, il responsabile del servizio urologia; Pietro Aloisi. E anche il primario del reparto ortopedia, Elvira Di Cave, oltre a medici, collaboratori amministrativi e coordinatori del personale infermieristico.

ARRESTI ISRAELITICO MASTRAPASQUA
Antonio Mastrapasqua

OSPEDALE ISRAELITICO; 14 TRA MEDICI E DIRIGENTI AI DOMICILIARI, COMPRESO L’EX PRESIDENTE MASTRAPASQUA –

Mastrapasqua è il norme di maggior rilievo: è stato presidente dell’Inps dal 2008 al 2014. Si era dimesso dal vertice dell’istituto previdenziale proprio per il conflitto di interessi con il ruolo di direttore generale del’Israelitico da lui rivestito, dopo che il premier Enrico Letta aveva invitato il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, a predisporre una relazione sulla vicenda. Poi nel settembre 2014, Mastrapasqua era stato iscritto nel registro degli indagati per la truffa al Sistema sanitario nazionale sui rimborsi dell’Israelitico. Un’inchiesta che oggi ha portato fino alla disposizione delle misure cautelari.