Quando grattarsi è come fare sesso

Il prurito alle caviglie può dare le stesse sensazioni di una notte sfrenata Grattarsi le caviglie puo’ essere piacevole proprio...

Il prurito alle caviglie può dare le stesse sensazioni di una notte sfrenata

Grattarsi le caviglie puo’ essere piacevole proprio come fare sesso. Lo assicura un team di ricercatori americani della Wake Forest School of Medicine nel North Carolina. Durante lo studio, pubblicato poi sul “British Journal of Dermatology”, ad alcuni volontari sani è stato provocato un forte prurito su caviglia, avambraccio e schiena, attraverso l’uso di una pianta urticante.

COME FARE SESSO - Nei cinque minuti successivi alla “tortura”, le “cavie umane” non potevano grattarsi per permettere agli scienziati di registrare l’intensità del prurito in ogni punto. Poi, una volta liberi di toccarsi, i volontari dovevano dare un punteggio da uno a dieci per indicare quanto fosse stata piacevole la “grattatina”. Così i ricercatori hanno scoperto che, se alleviare un prurito sulla schiena è uno dei piaceri della vita, concentrarsi sulle caviglie regala la massima soddisfazione. Un piacere che è paragonabile a quello sessuale.

ABITUDINI CHE CAMBIANO – “Una scoperta interessante”, commenta sul “Daily Mail” online Francis McGlone dell’Internatio nal Forum for the Study of Itch. Secondo McGlone, infatti, ormai la caviglia ha surclassato la schiena, nota fino ad ora per essere il punto più piacevole da…grattarsi. Una trasformazione che, secondo i ricercatori, sarebbe frutto delle nuove abitudini in fatto di abbigliamento e calzature, che rendono l’area più soggetta a graffi e a punture di insetti.

DOLORE O PIACERE? – Se ci si gratta un braccio senza motivo fa male. Ma se lo si fa in reazione a un prurito, ecco che diventa piacevole. Gli scienziati devono capire ancora cosa effettivamente leghi le due sensazioni. Il sesso è bello perché consente la riproduzione. E’ bello mangiare perché ci nutre. Grattarsi è bello perché probabilmente ci viene in mente il fatto che con questo gesto ci togliamo di torno i parassiti, con conseguente benessere, e per questo la caviglia può essere il posto più bello da grattare perché i nostri piedi, se nudi, sono la parte del corpo più portata a essere attaccata dagli insetti.

COME FUNZIONA? – Eppure anche coloro che sono affetti da prurito cronico provano piacere nel grattarsi, anche se il prurito è conseguenza di una patologia come l’eczema o la psoriasi e viene mitigata coi farmaci, e lo fanno finché la parte del corpo interessata non sanguina. Il grattarsi provoca un grande piacere, insomma, ma ancora non si capisce il perché.