roberto dell'era
|

Roberto Dell’Era, il bassista degli Afterhours live a Tivoli

Appuntamento imperdibile a Tivoli, quando venerdì 30 Ottobre, sul palco del Dissesto Musicale, sfilerà Roberto Dell’Era, affiancato per l’occasione da due guest d’eccezione, Le Mura e Von Datty.

Non solo “il bassista degli Afterhours”, Dellera è autore, cantante e polistrumentista. Inglese d’adozione, respira per oltre 10 anni la scena musicale inglese ed internazionale. Ritornato in Italia nel 2006 diventa membro degli Afterhours con i quali realizza tre Tour americani, compone e registra l’album “I Milanesi ammazzano il Sabato” e vince al Festival di Sanremo il premio della critica nel 2008. Si distingue anche come protagonista di collaborazioni con artisti tra i quali Dente, Il Genio e Calibro 35.

Nel 2011 esce il suo disco di esordio come solista “Colonna Sonora Originale“ che l’anno successivo viene votato dalla giuria del Premio Tenco come finalista per la migliore opera prima dell’anno. Tra primavera ed autunno 2015 presenta in tour la sua ultima fatica “Stare Bene è Pericoloso”, terminando il tour il 3 ottobre al MEI di Faenza.

Essendo una data straordinaria fuori dal tour, il concerto di Tivoli si rivela un’occasione unica ed irripetibile per ammirare lo show dell’ispirato cantatore bohémienne milanese, stilisticamente collocabile in una dimensione parallela formata da un triangolo tra la British Invasion, la Beat Generation britannica e la tradizione folk italiana.

LE MURA –

Rock-band romana dalle spiccate influenze garage e psichedeliche, attiva dal 2011. Ha cominciato a farsi notare esibendosi nei principali club della scena rock underground capitolina ed a lavoro sul suo primo album. Dopo la pubblicazione dell’EP “Ah!Ah!” (2013) è già riuscita a mettersi in evidenza arrivando a condividere il palco con artisti di fama nazionale ed internazionale tra i quali spiccano Giuda, Statuto, Muro del Canto, Band Of Skulls ed Is Tropical.

VON DATTY –

Ad aprire le danze con il suo ukulele elettrico sarà il “Barone” Von Datty. L’istrionico cantautore, originario proprio di Tivoli, che nel novembre 2014, dopo un anni di intensa lavorazione, ha dato alla luce il suo ultimo album “Madrigali”, opera di dieci tracce onirica e surreale, ma anche elettrica e spigolosa.