Hillary Clinton
|

Hillary Clinton vince il primo dibattito TV tra i candidati democratici

Hillary Clinton

è riuscita a sfruttare il primo dibattito TV tra i candidati democratici alla presidenza degli Stati Uniti. Il suo principali avversario alle primarie, Bernie Sanders, è stato meno incisivo dell’ex segretario di Stato, mente gli altri candidati sul palco di Las Vegas hanno confermato di non aver sostanzialmente alcuna chance di poter conquistare la nomination.

HILLARY CLINTON DIBATTITO

– La CNN ha trasmesso nella serata di martedì 13 ottobre 2015, quando in Italia era notte fonda, il primo dibattito TV tra gli aspiranti alla nomination democratica per la Casa Bianca. I candidati presenti sul palco di Las Vegas erano solo 5, meno della metà rispetto ai repubblicani che si sono confrontati già due volte sugli schermi televisivi. La vincitrice del dibattito, secondo il pressoché unanime responso dei media americani, è stata la favorita delle primarie democratiche, l’ex senatrice di New York ed ex segretario di Stato Hillary Clinton. Dopo settimane particolarmente difficili, caratterizzate dalla controversia delle email e da sondaggi sempre più negativi, Hillary Clinton ha sfruttato l’occasione fornita dal dibattito CNN per riaffermare la sua credibilità ed esperienza. L’ex segretario di Stato ha mostrato, come già osservato nel lungo ciclo del 2008, quanto sia capace di emergere in questi tipi di confronti. Più impacciata, anche se non certa negativa, è stata invece la performance del grande avversario di Hillary Clinton, Bernie Sanders. Il senatore del Vermont ha scelto di non attaccare la sua sfidante sulla vicenda delle email, attaccando i media e i repubblicani per l’ossessiva attenzione su un tema così marginale. Hillary Clinton, colpita favorevolmente, ha ringraziato Bernie Sanders con una stretta di mano e un caloroso sorriso, come si vede nel video.

LEGGI ANCHE


La brutta estate di Hillary Clinton

Repubblicani, il primo dibattito TV dominato da Donald Trump. E il politicamente scorretto diventa vincente

Il ciclone Donald Trump primo nei sondaggi, tra tweet razzisti e attacchi a McCain

PRIMARIE DEMOCRATICHE

– La cordialità tra Clinton e Sanders non ha però evitato alcuni momenti di acceso, e interessane, confronto. L’ex segretario di Stato ha attaccato il senatore del Vermont, uno Stato progressista ma rurale, per i suoi voti parlamentari in favore della libera circolazione sulle armi. Questo è probabilmente l’unico punto in cui Hillary Clinton ha posizioni più di sinistra di Bernie Sanders, un aspetto rimarcato in modo netto in questo dibattito. Più interessante e rivelatore del vero confronto di queste primarie democratiche è stato lo scambio tra i due favoriti in merito al capitalismo. Bernie Sanders ha detto di non sentirsi un capitalista se ciò significa essere favorevoli a un sistema che dà così tanto a pochi e quasi nulla a troppe persone. Una posizione stigmatizzata da Hillary Clinton, che ha rimarcato come gli Stati Uniti non siano un Paese scandinavo, e come non possano voltare le spalle al sistema che ha costruito la più grande classe media al mondo. Il dibattito tra Clinton e Sanders è indicatore di una vera divisione all’interno dell’elettorato e dell’establishment democratico. Da una parte chi reputa ancora attuale il centrismo pro establishment in economia, dall’altra invece chi ritiene necessario rompere con Wall Street dopo il disastro della crisi del 2008. Il confronto tra Hillary Clinton e Bernie Sanders ha dominato il primo dibattito TV, e ha mostrato quanto siano marginali le altre candidature alle primarie democratiche. Lincoln Chafee, Jimmie Webb e Martin O’Malley si sono rivelati come candidati al momento troppo deboli per impensierire i duellanti per la nomination.

Photo credit: Joe Raedle/Getty Images