Terence Davies
|

A Terence Davies il Gran Premio Torino del 33° TFF

Terence Davies è stato insignito del Gran Premio Torino della 33esima edizione Torino Film Festival.

Capace di mescolare malinconia e ferocia, ironia e disperazione, con la Trilogia (1983), Voci lontane… sempre presenti (1988), Il lungo giorno finisce (1992) e, recentemente, Of Time and the City (2008) e The Deep Blue Sea (2011), ha raccontato la sua gente e la cultura tradizionale della middle-class britannica con dolore profondo ma anche con sconfinato amore.

Sempre immerso nel rimpianto per le radici perdute, Davies ha elaborato uno stile che mescola il realismo all’evocazione poetica, dove la secchezza brutale si fonde senza soluzione di continuità con le aperture all’immaginazione e al canto collettivo.

Il premio verrà consegnato al regista in occasione della presentazione del suo nuovo film Sunset Song. Una pellicola tratta da un classico della letteratura scozzese, “Canto del Tramonto”, che racconta le vicende di Chris Guthrie, giovane donna della lower class scozzese e delle dure difficoltà economiche che dovrà affrontare con il sopraggiungere della prima guerra mondiale. Chris sarà interpretata da Agyness Deyn, modella e astro nascente del cinema inglese. Peter Mullan vestirà i panni di suo padre, un uomo dispotico e violento. Nessuno meglio di Mullan avrebbe potuto interpretare quel ruolo, avendolo già vissuto in prima persona, tanto che a quattordici anni, tentò di avvelenare suo padre con dei sonniferi. In omaggio a Terence Davies sarà proiettato il suo quinto film “Voci lontane… sempre presenti”, che verrà introdotto dall’autore stesso.