Risparmiare
|

Come risparmiare soldi ogni giorno

Risparmiare è difficile. Inutile girarci intorno. Il lavoro è tanto, la fatica anche di più. E le spese non si contano. Per questo quanto guadagnato in un mese di lavoro spesso non basta per sostenersi per i 30 giorni successivi. Per questo l’imperativo categorico è uno solo. Risparmiare ogni giorno. Potrebbe sembrare difficile ma in realtà ci vuole poco, basta solo un po’ d’attenzione e di capacità di osservazione. Provate a seguire questi piccoli consigli ed a fine mese avrete qualche soldino in più. Non dimenticate una cosa, però. Per risparmiare non bisogna mai dimenticare che “chi più spende, meno spende”.

Risparmiare
(UWE MEINHOLD/AFP/Getty Images)
  • RISPARMIARE SULLA LUCE: ACQUISTATE LAMPADINE A BASSO CONSUMO ENERGETICO?

Capitolo “chi più spende, meno spende”. Comprate lampadine a basso consumo energetico. Se ce la fate scegliete le lampadine a led. Certo, spenderete di più rispetto alle normali lampadine ma il guadagno nel tempo sarà capitale. Importante per risparmiare bene il lumen di ciascuna lampadina. Il “lumen” è l’unità di misura del flusso luminoso ed indica quanta “luce” produce la lampadina in questione. Scegliete un buon equilibrio tra lumen, watt e durata prevista in ore della lampadina. Il risparmio in bolletta sarà sensibile fin dalla prima fatturazione e con il passare dei mesi vi resterà qualcosina di più in tasca.

  • RISPARMIARE SULL’ENERGIA, TAGLIATE I CONSUMI SUPERFLUI

Sicuramente molti di voi avranno sentito che gli elettrodomestici in stand-by consumano molta corrente con gravi conseguenze sia sulle vostre tasche sia sulla bilancia energetica del Paese. Fateci caso. Immaginate in questo momento a casa vostra la televisione con la spia rossa, il computer attaccato o lasciato lì, il videoregistratore, il lettore dvd, il decoder satellitare o del digitale terrestre, l’access point del wi-fi, lo stereo, il caricabatterie del cellulare rimasto attaccato alla presa. Immaginate che ora ognuno di questi, in stand by, consumi da 1 a 15 watt. Ecco, rischiate di avere una potenza di 100 watt a fondo perduto. Più che tenere accese tutte le lampadine a basso consumo di casa. Come ovviare? Staccare e riattaccare le prese? Certo che no. Comprate una ciabatta da 6-8 posti con interruttore. Attaccate tutto lì ed accendetela quando vi serve. Non vi serve più. Si spegne e via. Vedrete che la differenza sarà capitale già a partire dalla prossima bolletta.

Risparmiare
(PASCAL PAVANI/AFP/Getty Images)
  • RISPARMIARE SULLA SPESA, IL VALORE DELLE CARTE FEDELTÀ

La grande distribuzione sta “uccidendo” i negozi di prossimità e questo è un dato di fatto. Certamente i centri commerciali ed i grandi magazzini hanno però un pregio, quello di far risparmiare i consumatori con le cosiddette “economie di scala”. Il ruolo del cliente è quello di capire come sfruttare la situazione a proprio vantaggio ottenendo il massimo dalla spesa. Per questo sfruttate i programmi fedeltà con sconti previsti dai centri commerciali. Abbiate il coraggio di “diversificare” la vostra spesa cambiando magari menù settimanale o modificando i vostri vizi. Provate una birra diversa in offerta o sperimentate un determinato pesce. Cercate gli sconti ed adeguatevi a questi. Non mangerete sicuramente peggio ed avrete salvato qualcosina nel portafoglio.

  • RISPARMIARE SULL’ABBIGLIAMENTO. SCEGLIETE I NEGOZI GIUSTI

L’abbigliamento ha un ruolo importantissimo nella vita di una famiglia, di una coppia, di un single. L’uomo è un animale sociale ed ha bisogno di apparire al meglio in ogni situazione. Ed è possibile risparmiare anche sul vestiario grazie alla diffusione, in questi ultimi anni, di negozi a basso costo e outlet che vi offrono prodotti di qualità a prezzi contenuti. Certo, il consumatore deve anche sapersi destreggiare tra cosa viene offerto. Risparmiare ok, ma ci vuole occhio. Valutate il materiale con cui è prodotto un vestito, comparate i prezzi con ciò che offre il mercato, cercate posti che vendono i vostri marchi preferiti con ottime offerte. Si può certo andare in giro con un abito della scorsa stagione, se questo vi aiuta a risparmiare.

 

LEGGI ANCHE: Le 10 app di viaggio che ti fanno risparmiare tempo e denaro

 

  • RISPARMIARE SUL CIBO, OCCHIO ALLE OFFERTE “50 PER CENTO”

Il consumatore consapevole sa che le risorse non vanno sprecate. Anzi, bisogna sfruttare ciò che si ha a disposizione. Tale paradigma funziona anche nella spesa e lo sanno anche i grandi magazzini. Per questo sono sempre di più le catene che a fine giornata vendono il fresco al cinquanta per cento di sconto. L’obiettivo? Vendere per non eccedere nelle rimanenze con evidenti costi di smaltimento. Il vantaggio? Potreste trovare carne o pesce di qualità, magari anche tagli pregiati, ad un prezzo estremamente concorrenziale. Ovviamente il fresco va mangiato il giorno stesso. Dopo il lavoro vi toccherà fare un salto al supermercato. Perderete una mezz’oretta, ma ne varrà la pena.

Risparmiare
(KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)
  • RISPARMIARE SUL CIBO: LA SPESA IL SABATO MAI!

Il perché è presto detto. Il sabato è il giorno della spesa per eccellenza. I supermercati si riempiono di persone. C’è la fila anche per prendere le zucchine e per pesarle. Si viene urtati da tutti, bambini compresi. La cassa poi non ne parliamo. In questo clima di stress generalizzato si finisce per prendere le prime cose che capitano senza fare troppa attenzione ai prezzi. E poi magari si sono spesi 50 euro per quattro fessaggini. Prendete il vostro tempo e confrontate i prodotti senza chiudere pregiudizialmente alla merce di marche diverse, forse anche esotiche nel nome. Potreste avere delle sorprese.

 

LEGGI ANCHE: Riscaldamento, come risparmiare sulla bolletta

 

  • RISPARMIARE SULLA SPESA: OCCHIO ALLE SOTTOMARCHE

Mai sottovalutare le sottomarche. Anzi. La vostra salvezza passa dalle scatole “esotiche”. Leggete l’etichetta, segnatevi i luoghi di produzione di questi oggetti “sconosciuti” e cercate in rete. Avrete grandissime sorprese nel leggere la lista delle sottomarche di qualità di cubosphera e io leggo l’etichetta. Scoprireste che l’olio extra vergine COOP è prodotto dalla Monini, che la colomba Conad è prodotta da Paluani,  che i tortellini Carrefour sono prodotti da Rana, che le patatine Esselunga sono prodotte da Amica Chips, che la colomba Despar è prodotta da Bauli, che l Riso Carnaroli LD è prodotto da Scotti, che il Parmigiano Reggiano gratuggiato LAND Eurospin è prodotto da Parmareggio. Se vi affidate a queste “sottomarche” avreste prodotti di qualità con un risparmio annuo medio di 1.400 euro. Più di una mensilità per molti dei lettori.

Risparmiare
(CHARLY TRIBALLEAU/AFP/Getty Images)
  • RISPARMIARE SUI VIAGGI, NAVIGATE IN RETE E SCOPRITE TUTTE LE OFFERTE DISPONIBILI

Volete togliervi uno sfizio? Avete voglia di un weekend in giro? Cercate in rete l’offerta che fa per voi non solamente per viaggi aerei. Sapevate ad esempio che Trenitalia offre sconti ai propri passeggeri? Se siete titolari di Cartafreccia ed avete rispettivamente meno di 26 anni e più di 50 potete viaggiare con uno sconto del 50 per cento sul prezzo base. Volete fare un giro in meridione? C’è uno sconto del 50 per cento sui biglietti Frecciarossa per Napoli, Salerno, Reggio Calabria, Bari, Lecce ed altre destinazioni. Non dimentichiamoci poi le tariffe Economy e Supereconomy. Abitate a Genova o dovete andarci? Sappiate che è previsto uno sconto del 50 per cento sui Frecciabianca da e per il capoluogo ligure. Perché no? Se prenotate con largo anticipo potrete godervi un viaggio, magari in famiglia, spendendo con criterio e giudizio.

  • RISPARMIARE SUGLI SVAGHI: SCEGLIETE I VOSTRI LOCALI CON CURA

A tutti piace andare al ristorante, fare uno spuntino, godersi un caffè. Purtroppo non tutti possono permetterselo. Eppure c’è bisogno di tanto in tanto di qualche “coccola”. Per questo studiate i locali migliori per fare un aperitivo, per bere una birra, per uno spuntino, per una cena. Cercate in rete, ad esempio su Tripadvisor, e scegliete i locali con il giusto rapporto qualità-prezzo. Infine “segnateveli” in modo da averli sempre con voi nel caso doveste andare fuori.  Tenete d’occhio anche le offerte settimanali come ad esempio il giorno delle birre a tre euro. Ne approfittereste per uscire, divertendovi e risparmiando. (Photocredit copertina Gettyimages)