|

Bombardato il convoglio di al Baghdadi, mistero sulla sorte del capo dell’ISIS

Fonti ufficiali irachene annunciano che l’aviazione di Baghdad avrebbe bombardato un convoglio a bordo del quale si trovava Abu Bakr al Baghdadi, il leader del sedicente califfato in Iraq e Siria. Mancano però conferme sulla sua sorte.

Le foto segnaletiche di al-Baghdadi, sull'uomo pende una taglia da 10 milioni di dollari
Le foto segnaletiche di al-Baghdadi, sull’uomo pende una taglia da 10 milioni di dollari

 

I VERTICI DELL’ISIS SOTTO LE BOMBE –

La notizia è stata data alla televisione, un raid dell’aviazione nella provincia di Anbar avrebbe colpito un convoglio a bordo del quale si trovavamo diversi capi dell’ISIS. Tra questi ci dovrebbe essere stato anche Abu Bakr al Baghdadi, che però non è stato portato negli ospedali vicini né identificato tra le vittime. Potrebbe essere stato portato via dai suoi o più semplicemente poteva non esserci.

LA BAGHDADI BOMBARDATO TRE VOLTE –

Al Baghdadi è figura elusiva che si muove con grande prudenza, anche se già due volte era stato dato per colpito, e gravemente ferito in in attacchi simili, l’ultimo dei quali pochi mesi fa. Da allora non si è più mostrato e molti ritengono che sia ancora convalescente per le ferite riportate, tanto che era circolata voce che fosse stato nominato un suo facente funzioni, Abu Ala al Afri.

LEGGI ANCHE: Fare il tassista con l’ISIS

IL CALIFFO È SFUGGITO ALL’AGGUATO? –

Il bombardamento ha seguito la segnalazione di un incontro dei vertici dell’organizzazione e da lì è partita l’operazione, che per ora si è risolta con l’annientamento del convoglio e un numero di morti e feriti ancora imprecisato. Per avere conferme sulla sorte del sedicente califfo servirà tempo.