Diritti tv
|

Diritti tv: arrestato Baroni consulente di Infront

È staro arrestato ieri mattina dalla Guardia di Finanza su ordine del gip di Milano Giuseppe Gennari il fiscalista italiano residente in Svizzera Andrea Baroni. Difeso dall’avvocato Roberta Guaineri, sarà ascoltato lunedì prossimo: è accusato di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro frutto di evasione fiscale di clienti italiani della Tax and Finance (T&F), società di consulenza con sede a Lugano di cui Baroni risulta socio.

Diritti tv infront
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

LEGGI ANCHE Serie A Tv, la televisione in streaming della Lega

Secondo quanto riporta Repubblica tra i clienti della T&F risultano sia la Infront Italia di Marco Bogarelli, advisor della Lega Calcio nella vendita dei diritti televisivi, sia Bee Thaechaubol broker thailandese interessato all’acquisto del 48% delle quote del Milan (vicenda quest’ultima al momento non direttamente collegata all’inchiesta, scrive Marco Mensurati). Non è finita qui. Per il Corriere della Sera la guardia di Finanza di Milano avrebbe fatto visita alla sede della Lega Calcio:

L’arresto è la punta dell’iceberg di un’inchiesta nella quale un altro filone, differente e parallelo, sta ricostruendo i retroscena dell’assegnazione tra aprile e maggio dei diritti tv del calcio. Filone emerso ieri in una richiesta di esibizione di atti presentata dalla Gdf nella sede milanese della Lega Calcio di serie A e B, nella quale si ipotizza che gli uomini di Infront Italy srl, la società di Marco Bogarelli che era advisor per la Lega Calcio, abbiano «turbato il procedimento amministrativo – scrivono i magistrati – diretto a stabilire il contenuto dei bandi», «turbato il corretto e imparziale svolgimento delle gare», per «condizionare le modalità di scelta, violando i canoni di trasparenza e leale concorrenza». Per i pm si tratta di «turbativa d’asta» e «turbata libertà del procedimento di scelta del contraente».

La vicenda dei diritti tv, già nel mirino dell’Antitrust, potrebbe così prendere tutt’altra piega.

Photocredit copertina Getty Images