|

Il grande ritorno della bufala della rapina con il profumo

Bufale un tanto al chilo segnala il grande ritorno della bufala della rapina con il cloroformio, un metodo che esiste solo nei fumetti di un tempo, ma che secondo qualche burlone è ancora efficace, e in effetti con una piccola modifica funziona ancora benissimo.

 

Il cartello che lancia l'allarme, via Butac
Il cartello che lancia l’allarme, via Butac

L’ALLARME BUFALA RIVOLTO ALLE DONNE –

Il messaggio affisso all’esterno di un supermercato e poi fotografato e pubblicato online recita:

«Fuori dai supermercati COOP, ESSELUNGA, CONAD, PANORAMA, ECC. ECC. ci sono persone che si spacciano promotrici di profumi ma invece spruzzano anestetico e vi rapinano.
Fate girare la notizia. È già successo a Pistoia ad una amica di un nostro volontario.»

LEGGI ANCHE: Cellulari, la bufala della nuova tassa per chi possiede una sim

TUTTO INVENTATO DI SANA PIANTA –

Come segnala Butac però, in tutto il paese non ci sono mai state denunce relative a questo genere di rapine. E a tagliare ancora di più la testa al toro, c’è che non esiste una sostanza che spruzzata in questo modo abbia l’effetto di stordire le persone all’istante, anche le sostanze che hanno rimpiazzato il cloroformio hanno infatti bisogno di un certo tempo per agire e di essere inalati in quantità congrue e proporzionate al peso dei pazienti. O delle vittime.