Fifa squalifica Blatter e Platini 8 anni
|

La Fifa sospende provvisoriamente Joseph Blatter e Michel Platini per 90 giorni

La Fifa ha sospeso per 90 giorni il Presidente della Federazione Joseph Blatter, il vicepresidente e capo dell’Uefa Michel Platini ed il segretario generale Jérôme Valcke. La sospensione è da intendersi provvisoria e potrebbe essere allungata di altri 45 giorni. Chung Mong-Joon, già Vice-Presidente della Fifa, è stato invece squalificato per sei anni e multato per 100.000 franchi svizzeri. Il ruolo di Presidente ad Interim verrà ricoperto dal vicepresidente Issa Hayatou, ai sensi dell’articolo 32 comma 6 dello Statuto. Al posto di Jérôme Valcke sarà invece Markus Kattner.

(Philipp Schmidli/Getty Images)
(Philipp Schmidli/Getty Images)

 

FIFA, SOSPESI PROVVISORIAMENTE JOSEPH BLATTER E MICHEL PLATINI, UNA DECISIONE ESECUTIVA –

Ai quattro imputati è vietato prendere parte ad attività legate al calcio a livello nazionale ed internazionale per il tempo della squalifica. La decisione presa dal Comitato Etico, presieduto da Hans Joachim Eckert, è immediatamente esecutiva. Il procedimento nei confronti di Joseph Blatter è stato portato avanti da Robert Torres mentre l’indagine contro Michel Platini è stata condotta da Vanessa Allard. La Fifa ha fatto inoltre sapere che il procedimento contro Chung Mong-joon è stato aperto nel gennaio 2015 sulla base di prove legate all’attribuzione delle edizioni della Coppa del Mondo 2018 e 2022, assegnate rispettivamente a Russia e Qatar.

 

LEGGI ANCHE: Fifa, Joseph Blatter sospeso provvisoriamente per 90 giorni

FIFA, SQUALIFICATO PER SEI ANNI CHUNG MONG-JOON, GIÀ VICEPRESIDENTE FIFA-

La Fifa ha ritenuto Chung Mong-joon colpevole di diversi capi d’accusa ai sensi del codice etico della Federazione. Avrebbe infranto l’articolo 13 (regole generali di condotta), l’articolo 16 (obbligo di confidenzialità), l’articolo 18 (Obbligo di divulgazione, la cooperazione e la comunicazione). Il comitato Etico non commenta i dettagli delle singole decisioni finché queste non diverranno effettive, ai sensi dell’articolo 36 del Codice Etico.

(Photocredit copertina Gettyimages)