|

Per Rupert Murdoch Obama non è «un vero presidente nero»

Rupert Murdoch, il noto milionario CEO e proprietario di News Corporation, ha pubblicato un tweet decisamente inopportuno nel quale, parlando di Ben Carson, candidato repubblicano di carnagione scurissima, lo ha definito un «vero presidente nero» in chiara opposizione a Barack Obama. Che per gli standard americani e non solo è una considerazione che puzza di razzismo, quasi che i presidenti «veri neri» dovessero essere diversi da quelli «veri bianchi» per una questione di razza, senza considerare che alludere al fatto che Obama sia in qualche modo un mezzosangue, perché figlio di un nero e una bianca, è anche peggio. Probabilmente Murdoch non intendeva esprimersi come un razzista, ma altrettanto probabilmente la sua forma mentis da ricco WASP ha avuto ragione delle sua cautele e si è rivelata anche nell’apparente tentativo di lodare qual gran nero vero di Ben Carson. Inutile dire che nelle prossime ora Murdoch sarà impegnato a leggere le reazioni di quanti, numerosissimi, hanno sentito il bisogno di rispondere al suo tweet.

 

murdochLEGGI ANCHE: Murdoch incontra Berlusconi ad Arcore, sul tavolo Mediaset Premium

murdoch obama

 

RUPERT MURDOCH, LE SCUSE VIA TWITTER

Dopo qualche ora Rupert Murdoch si è scusato per aver definito Ben Carson un  «vero presidente nero». Le sue parole, affidate a Twitter, avevano scatenato un vespaio di polemiche in quanto si pensava rappresentassero un’accusa o comunque un confronto ai danni di Barack Obama. Murdoch ha affidato sempre a Twitter, ripreso dalla Abc, un altro pensiero in cui definisce i due «affascinanti», scusandosi per le sue parole. Eppure dalle parti di Ben Carson non si sono sentiti offesi dal tweet, dichiarandosi anzi lusingati dal fatto che il tycoon australiano abbia parlato di loro.