BERLUSCONI CANDIDATO PREMIER NO PADRE NOBILE
|

Berlusconi: «Io candidato premier? Non ho più l’età. Sarò il regista»/VIDEO

«Salvini non mi appoggerebbe come candidato premier? Ho sempre detto che farò il regista. Alla mia età non si può coltivare il disegno di candidarsi come presidente del Consiglio. Farò la regia dietro un futuro leader». Così, rispondendo a Giornalettismo, il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ha replicato alla stoccata del leader della Lega Nord, prima di iniziare la cena con i parlamentari azzurri per festeggiare il suo compleanno.

Leggi e Guarda anche: Berlusconi, il compleanno e l’ultimo rilancio: «Resto in campo, da regista». Ma Fi resta sotto assedio/VIDEO

Ancora incandidabile e in attesa della sentenza della Corte di Strasburgo che sembrerebbe slittare al prossimo anno, il Cav sembra chiudere così, almeno apparentemente, ogni discorso sulla sua volontà di mantenere la leadership del centrodestra alle future elezioni. Al contrario, l’ex premier ha ribadito di non avere alcuna intenzione di lasciare il ruolo di leader del partito azzurro. Convinto, a suo dire, che Fi – oggi balcanizzata e in piena erosione – «in due anni tornerà ad essere il primo partito in Italia».


Videocredit: Alberto Sofia/Giornalettismo

BERLUSCONI BOCCIA ANCORA LE RIFORME DI RENZI –

Nonostante il partito sia sotto assedio dall’Opa di Verdini e parte del gruppo non digerisca il “no” alle Riforme costituzionali, Berlusconi ha ribadito anche la contrarietà di Fi al Ddl Boschi, tornando a rievocare “pericoli per la democrazia“: «Assolutamente le riforme non le voteremo, si tratta di una soluzione non opportuna che se abbinata all’Italicum, e se il premio di maggioranza, oggi assegnato alla lista, non viene modificato, rischiamo di ritrovarci in un regime»