Manchester City-Juventus
|

JUVENTUS-SIVIGLIA 2-0. Morata scardina il Siviglia, Zaza chiude i giochi

JUVENTUS-SIVIGLIA DIRETTA –

JUVENTUS-SIVIGLIA 2-0- Miglior Juventus della stagione, contro un Siviglia inconcludente e rinunciatario. Emery, il profeta, fa l’italiano, mentre Allegri, discusso e criticato, si inventa un 4-3-3 arioso che spesso diventa, grazie a Evra da una parte e Cuadrado dall’altra un 3-5-2. Dalla cintola in su tutti eccellenti, dietro se la cavano bene anche perché poco impegnati.
Belle le storie di Khedira e Zaza: il primo torna da un brutto infortunio e insegna calcio, il secondo esordisce in Champions all’80’ e sei minuti dopo ecco il primo gol. La Juventus quando sente l’inno della Champions cambia pelle. E allora vien da chiedersi se sia sazia di quattro scudetti consecutivi e voglia mettere tutto sulla coppa dalle grandi orecchie.

93′- E’ finita! Una grande Juventus, bellissima in Europa! E’ solo questione di motivazioni allora?

92′- Bonucci esce palla al piede dalla pressione del Siviglia, vede Rico fuori dai pali e ci prova da lontano. Ormai è una festa.

91′- Ancora Zaza, che va a rimorchio di Alex Sandro, entra in area, si gira. Potrebbe portare sul 3-0 i suoi, ma svirgola.

90′- Tre minuti di recupero.

88′- Esce Dybala, che su un contropiede è riuscito prima di esterno a smarcare un uomo poi con la sua pressione a indurre in errore l’altro che in scivolata serve Zaza. Il buon Simone corre 40 metri palla al piede e poi incrocia. Grandissima rete.  Al suo posto ora c’è Rugani, Allegri si chiude con un 4-5-1.

86′-ZAZAAAAAAAAAA! 2-0!!!

82′- Zaza, Dybala, Cuadrado in mezzo all’rea. Tremoulinas rischia il fallo, ma mura il colombiano.

80′- Esce Alvaro Morata, applauditissimo anche lui, entra Simone Zaza.

78′- Esce Reyes, entra Munoz.

77′ – Juve in difficoltà, anche per un’azione involuta di Hernanes, esce a fatica, a centrocampo prende palla Morata, che la difende bene. Koke arriva, fallaccio. Giallo per il giocatore del Siviglia.

75′- Ovazione dello Stadium per Sami Khedira, esausto, che esce. Entra Alex Sandro.

74′- Cuadrado, avanza, dai 20 metri fa partire una bomba: Rico para con i pugni.

72′- La Juventus è stanca, ma si propone continuamente con il più bel gioco della stagione. Può segnare il secondo gol.

70′- Khedira comincia a soffrire un piccolo dolore sotto il bacino. Guarda la panchina. Allegri fa scaldare Alex Sandro.

66′- Escono Gameiro, autore di una buona partita, e Nzonzi, praticamente invisibile, ed entrano Iborra e Ciro Immobile, fischiatissimo dallo Stadium. Emery si gioca il doppio cambio.

64′- Magia di Cuadrado, Dybala, Hernanes che lancia Evra, cross tesissimo, Dybala si butta sul pallone, ma c’è la scivolata miracolosa di Krychowiak. Angolo.

62′- Dybala tira un siluro, para Rico, Khedira sulla ribattuta prova il cross. Angolo.

60′- Allegri predica prudenza e attenzione. E la Juventus continua ad addormentare la partita con il possesso di palla orizzontale, per poi inventarsi frustate improvvise. Prova ad approfittarne ancora Dybala, che si libera ma viene abbattuto al limite dell’area.

56′- Si scalda Immobile per il Siviglia, che è stato di proprietà della Juventus per metà, ma non ha mai vestito il bianconero.

53′- Siviglia che si tiene un dominio territoriale sterilissimo, Juventus che sorniona controlla e cerca l’affondo. Come ora: Pogba prova dal limite una rovesciata, palla di poco fuori misura.

50′- Possesso prolungato della Juventus, poi frustata di Pogba, velo geniale di Khedira, Dybala affonda, prende la posizione, tocca il pallone poi davanti al portiere tira. Miracolo di Rico, enorme occasione per il raddoppio sprecata dalla Juventus.

47′- Siviglia che prova ad affondare sulla destra, cross di Konoplyanka, insidioso, ma esce e blocca ottimamente Buffon.

46′- Ripartiti. Siviglia che non lascia il suo atteggiamento prudente, Juventus che sembra voler difendere il risultato.

45′– Neanche un secondo di recupero. Il primo tempo finisce subito dopo il primo tiro in porta del Siviglia con Konoplyanka, su passaggio di Gameiro. Risultato persino stretto per i bianconeri, che hanno compiuto un assedio ragionato, giocando benissimo, scoprendo in Khedira un campione ritrovato, in Cuadrado il guastatore necessario e in Morata il solito cecchino europeo. Certo, lì davanti, Dybala continua a sembrare troppo leggero. Siviglia solo in contenimento.

43′- Ora è il Siviglia a riportarsi in attacco, ma la Juve difende bene.

40′- Cuadrado sulla destra fa quello che vuole, arriva sul fondo e scarica su Barzagli che pennella un cross. Talmente preciso che Alvaro Morata, al suo quinto gol consecutivo in Champions, deve saltare pochissimo per schiacciare di testa e metter fuori gioco Rico.Vantaggio Juventus, 1-0!

39′- Juventus di nuovo scatenata, dopo meno di 5 minuti di pausa. Hernanes torna indietro a recuperare, Khedira dà qualità, Dybala è impreciso ma si impegna tantissimo, Cuadrado allarga la squadra ed è sempre pericoloso.

35′- Grande opportunità per la Juventus. Lancio, Sami Khedira fa uno stop a seguire con il petto da studiare nelle università, poi serve Dybala. Che però arriva troppo veloce e non trova il tempo, forse perché spinto alle spalle dai difensori iberici.

34′- La Juventus prende fiato e gli spagnoli da pochi minuti hanno invertito l’inerzia della partita, senza però rendersi pericolosi.

31′- Primo momento di pressione vera del Siviglia in attacco. La Juventus sembra soffrire gli affondi sulle fasce. Ma Evra gioca benissimo d’anticipo e libera. Ottima partita del francese alla sua presenza 109 in Champions.

28′- Eroico Barzagli: corsa di 80 metri per seguire un contropiede, palla verso il fondo, lui quasi la recupera. Tutto lo stadio lo applaude.

25′- Prova Gameiro, ma Chiellini gli estirpa la palla da terra. Fase confusa, un Siviglia che ci prova, ma la Juventus riparte subito.

22′- Pogba, bellissimo lancio per Cuadrado, solo davanti al portiere. Ma un fuorigioco millimetrico rovina tutto.

21′- Evra è un motorino inesauribile sulla sinistra, Konoplyanka è costretto a rincorrerlo (senza raggiungerlo mai): bel cross, uscita in tuffo di Sergio Rico che è fortunato, il pallone gli sfugge ma c’è Andreolli che si fa sbattere la sfera addosso e gli consente di bloccarla in due tempi.

19′- Gameiro tra 4 giocatori, riesce a liberarsi e servire Tremoulinas, sulla sinistra. Cuadrado gli scivola davanti aprendo una voragine, ma lui ha già crossato. Male. Buffon blocca.

17′- Evra, Pogba, cambio di gioco di Cuadrado, vera mina vagante e che costringe almeno al raddoppio in ogni azione d’attacco il Siviglia. Palla a Morata, scarico su Dybala. Tutto perfetto, anche il destro dell’argentino. A giro, fa la classica barba al palo. Bianconeri sfortunati.

14′- Ora la Juventus ha diminuito leggermente il ritmo, ma migliorato la precisione della manovra. Hernanes e Pogba sono le belle copie dei fantasmi del San Paolo.

11′- Dopo 10 minuti il Siviglia mette il muso fuori dalla sua metà campo. Barzagli si disimpegna con un po’ troppa preoccupazione, ma fa partire il contropiede di Cuadrado che lancia benissimo Morata. In eccellente posizione ma si allunga la palla, troppo. Che bella Juve!

9′- Hernanes, bomba da 30 metri. Palla di pochissimo fuori, alla destra del portiere Rico.

7′- Un minuto ad azzannare l’area del Siviglia. Poesia di Pogba con i piedi che lascia a Dybala: cross basso, ribattuto. E allora di nuovo cross, basso, per Barzagli al limite dell’area: tiro murato. Passano trenta secondi, terzo cross: per Morata, che da lontano, prova la girata di testa: di poco fuori, comunque troppo lento il pallone.

6′- Siviglia in difficoltà, i vicecampioni d’Europa sono completamente diversi da Napoli: precisi, aggressivi, alla ricerca del bel gioco. E pressano altissimi.

4′- Juventus in gran forma. Barzagli lancia alla grande, con un rasoterra di precisione pazzesca, un Cuadrado scatenato. Si porta via sulla corsa tre difensori, entra in area, tenta il dribbling, un tackle deciso di Andreolli dà il corner ai bianconeri.

2′- Khedira parte subito alla grande. Bel recupero difensivo, esce palla al piede, poi cambia gioco con il goniometro per Pogba. Perfetto. Dieci secondi dopo è a centrocampo a dettare i tempi e a lanciare Cuadrado che crossa per Dybala: bellissima azione, ma l’ex Palermo viene anticipato.

1′- Pronti via e Morata terrorizza subito il Siviglia, prova il tiro dal limite, poi serve Pogba che libero e in buona posizione spara alle stelle, forse in fuorigioco. Juventus che parte con grinta e determinazione.

20.41- Inno della Champions a tutto volume, squdre schierate. Tensione alle stelle.

20.22 – Tanti saluti tra ex compagni. Pavel Nedved va a caricare la curva e poi abbraccia Ciro Ferrara, a bordocampo per Mediaset.

Manchester City-Juventus
(Photo by Gareth Copley/Getty Images)

20.20- Il Siviglia schiera l’italiano inaspettato. Andreolli e non Immobile.

20.18- Bellissimo intermezzo, imprevisto. Un Carlos Bacca in giubbotto di palla si intrufola in campo e va a salutare gli ex compagni del Siviglia che ha trascinato alla vittoria dell’Europa League. Scherza, Carlos, con Immobile, commovente l’abbraccio con il portiere. 20.15- Ecco la Juventus. Khedira confermato.

Siamo arrivati a pochi minuti dall’inizio e si contrappongono due strateghi che l’anno scorso hanno fatto un miracolo. Allegri, arrivato a un passo dalla coppa dalle grandi orecchie nel maggio scorso, e Emery, vincitore dell’Europa League e che ha portato il Barcellona ai supplementari in agosto, dopo aver rifiutato la panchina del Napoli.

LEGGI ANCHE: JUVENTUS-SIVIGLIA DIRETTA STREAMING

Le formazioni hanno una grande sorpresa: Khedira, reduce da un lungo infortunio e subito titolare in una delle partite più importanti della stagione.