rc auto
|

Rc Auto, alla Camera via libera ai maxi-sconti (fino al 50%) per gli automobilisti del Sud

Maxi-sconti sull’assicurazione auto per gli automobilisti delle regioni che oggi pagano un premio troppo alto. Alla Camera ieri è arrivato il via libera all’articolo 6-bis del ddl Concorrenza che prevede un’equiparazione delle tariffe su tutto il territorio nazionale per chi ha assunto al volante per diversi anni un comportamento virtuoso. La proposta, denominata Tariffa Italia, era stata presentata per la prima volta a Montecitorio lo scorso mese di febbraio, in occasione della discussione sul decreto legge ‘Destinazione Italia’ per iniziativa del deputato Pd Leonardo Impegno e di altri 11 onorevoli Dem. È poi tornata in Commissione durante i lavori al ddl Concorrenza, ed il 31 luglio approvata all’unanimità.

RC AUTO, SCONTI PER GLI AUTOMOBILISTI VIRTUOSI –

Le nuove norme prevedono che un automobilista residente in una delle regioni con costo medio del premio (calcolato sulla base dell’anno precedente) superiore alla media nazionale (che non abbia effettuato sinistri da almeno 5 anni e che abbia installato la scatola nera) riceva una percentuale di sconto minima tale da commisurare la tariffa applicata a quella media di un assicurato  (con le medesime caratteristiche, stessa età, stessa classe di merito) di una regione con costo medio del premio inferiore alla media nazionale. A calcolare tariffe medie sarà l’Ivass, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, che dovrà provvedere «alla verifica trimestrale dei dati relativi ai sinistri che le imprese di assicurazione sono tenute ad inserire nella banca dati dei sinistri». «I cittadini onesti e in modo speciale quelli del Sud che fino a ora sono stati i più penalizzati – hanno spiegato in una nota Impegno e Silvia Fregolent, vice-presidente del Pd e relatrice del provvedimento – verranno premiati e non più bastonati. Coloro che non fanno incidenti per 5 anni consecutivi e accettano l’installazione della scatola nera, pagheranno infatti una tariffa assicurativa inferiore alla media italiana».

RC AUTO, IMPEGNO: «A NAPOLI SI PAGHERÀ FINO AL 50% IN MENO» –

«L’articolo – ha spiegato telefonicamente Impegno a Giornalettismo – pone finalmente un vero e proprio argine alle discriminazioni territoriali premiando i cittadini perbene, virtuosi. Erano più di 20 anni che si discuteva di questo tema ma nessuno aveva il coraggio di affrontarlo e risolverlo. Con l’aiuto vero del governo e l’intesa forte nel Pd siamo riusciti a spezzare un tabù. Oggi il cittadino onesto e virtuoso di una realtà come quella di Napoli potrà pagare il 30, 40 o 50% in meno». Il promotore di Tariffa Italia garantisce che non si pagherà in più «da nessuna parte». «Saranno le compagnie – ci ha detto – che si dovranno adeguare, ma nessuno pagherà di più. Qualcuno pagherà il giusto, nelle regioni penalizzate, che non sono solo quelle meridionali. Penso alla Toscana, a province come Prato, o a Bologna, dove il costo è superiore alla media». «È una battaglia a sostegno delll’intero Paese, salvaguardando però – ha continua il deputato Pd – le persone che si trovano in aree più svantaggiate, come Napoli». E se ci fosse un riscorso? Il rischio c’è, ma Impegno dice di essere fiducioso. «Siamo il Paese dei ricorsi, ma vorrei proprio vedere chi ha il coraggio di fare ricorso su una cosa del genere». Dopo l’approvazione dell’intero provvedimento la parola passerà al Senato per la seconda lettura del Ddl concorrenza.

(Foto di copertina: Ansa / Giorgio Benvenuti)

TAG: Rc Auto