“La crisi economica? La colpa è dei gay e di chi mina i valori cristiani”

di - 09/01/2012 - Rick Santorum è diventato il candidato preferito della destra religiosa alle primarie repubblicane grazie al suo fondamentalismo cattolico Omofobia e strenua difesa dei valori del tradizionalismo cristiano: è la ricetta per la nomination repubblicana di Rick Santorum. L’ex senatore della

Rick Santorum è diventato il candidato preferito della destra religiosa alle primarie repubblicane grazie al suo fondamentalismo cattolico

Omofobia e strenua difesa dei valori del tradizionalismo cristiano: è la ricetta per la nomination repubblicana di Rick Santorum. L’ex senatore della Pennsylvania è diventato un candidato autorevole dopo la sua ottima performance nei caucus dell’Iowa ed ha una strada sola per battere Romney, coagulare attorno a se la fetta più conservatrice dei repubblicani. L’insulto sistematico ai gay durante le primarie diventa così per Santorum la naturale prosecuzione di quanto fatto durante la sua precedente carriera al Congresso degli Stati Uniti.

RICK IL PIO – Tra due giorni in New Hampshire ci saranno le prime vere primarie del ciclo elettorale del 2012, e già ora si sa che il risultato sarà favorevole a Mitt Romney. Tra i suoi antagonisti è (ri)nata una stella nei caucus dell’Iowa, un nuovo protagonista che forse non toglierà la nomination all’ex governatore del Massachusetts ma potrebbe rendergli la vittoria più faticosa del previsto. Rick Santorum è diventato il più competitivo avversario dell’attuale frontrunner repubblicano, e già aspetta la sua sfida più importante, che non si svolgeranno nel piccolo Stato del progressista New England ma in una zona tanto religiosa quanto conservatrice. Le primarie della South Carolina di sabato 21 gennaio sono le prime consultazioni che si svolgono nel Sud degli Stati Uniti, nel pieno della cosiddetta Bible Belt – la Cintura della Bibbia -, la vasta e popolata area dove il fondamentalismo evangelico è maggioritario nella popolazione bianca. Rick Santorum punta a diventare il punto di riferimento dei cristiani rinati che popolano le mega chiese dei pastori protestanti, uno dei segmenti elettorali più conservatori. Fedeli che pensano che il principale compito della politica sia difendere la famiglia dall’assalto secolarista che la vuole distruggere, riconoscendo diritti ai gay e concedendo alle donne il diritto di scegliere sulla propria maternità. Aborto e matrimonio omosessuale sono anatema nella Cintura della Bibbia, e Rick Santorum pare il candidato migliore per interpretare nel 2012 l’inquietudine di chi assiste con orrore allo sgretolamento dei valori tradizionali, come già aveva fatto ai tempi del suo mandato congressuale. Nel 2003 l’allora senatore junior della Pennsylvania era arrivato perfino a difendere le leggi sulla sodomia, vigenti ormai solo in alcuni Stati sudisti, che rendevano penalmente perseguibili gli atti sessuali compiuti da persone dello stesso sesso prima dell’abolizione imposta dalla Corte Suprema, e criticata da Santorum.

L’ULTRA’ DELLA DESTRA RELIGIOSA – Da circa cinquant’anni la laicità è diventata un fattore di divisione tra destra e sinistra in America. Le sentenze della Corte Warren che vietarono le preghiere nelle scuole pubbliche oppure la legalizzazione degli anti concezionali, e soprattutto la storica Roe v. Wade che inserì nella Costituzione degli Stati Uniti il diritto di aborto per le donne, divisero l’elettorato su nuove linee ideologiche. Si generarono allora i prodromi della Coalizione Cristiana nata a fine degli anni ottanta, una serie di associazioni e movimenti che facevano battaglie per restaurare i valori tradizionali della società americana, messi a rischio da giudici e politici progressisti. La Christian Coalition e gruppi affini hanno trovato la loro casa nel partito repubblicano, che gradualmente è diventata la casa dei conservatori sui diritti civili. La destra religiosa è ormai da molti decenni un pilastro della coalizione sociale del Gop, e ad ogni ciclo presidenziale uno o più candidati cercano di diventare il suo rappresentante. Rick Santorum, dopo una partenza molto lenta, è riuscito a costruire un consenso solido ed in crescita tra i cosiddetti value voters, gli elettori che mettono al primo posto della loro agenda politica la difesa della famiglia e delle tradizioni sociali dell’America bianca e cristiana. Un ruolo non nuovo per l’avvocato e commentatore di Fox News, in realtà. Durante il suo lungo mandato congressuale, quattro anni alla Camera e dodici al Senato, Santorum fu uno dei più combattivi esponenti del fronte parlamentare che si opponeva al liberalismo sociale dell’Amministrazione Clinton, ed uno dei più fedeli, ed apprezzati, sostenitori della svolta valoriale impressa dal conservatorismo compassionevole del presidente Bush.

MATRIMONIO GAY COME SESSO COI CANI– L’obiettivo preferito della destra religiosa sono gli omosessuali. Rick Santorum ha rappresentato perfettamente questo sentimento nella sua carriera politica. All’epoca senatore appena eletto, Santorum fu uno dei più vocali sostenitori della legga per la difesa del matrimonio, norma che riconosceva diritti solo ed unicamente a coppie formate da uomini e donne. Ma la fama anti gay del senatore della Pennsylvania esplose quando commentò un caso discusso dalla Corte Suprema. Nella sentenza Lawrence v. Texas il massimo tribunale americano annullò le legislazioni statali che permettevano di perseguire come un reato il sesso consensuale tra persone gay. Le norme anti sodomia furono però difesa da Santorum, che paragonò i rapporti omosessuali alla pedofilia e al sesso con i cani.

Se la Corte Suprema riconoscerà il diritto al sesso consensuale all’interno della propria abitazione, allora si potrà avere il diritto alla bigamia, alla poligamia, il diritto all’adulterio, a praticamente tutto. Qualsiasi cosa essa sia, tutto ciò è antitetico ad una stabile, salutare e tradizionale famiglia. Ogni società nella storia dell’uomo ha mantenuto l’istituzione del matrimonio come un vincolo tra un uomo e una donna. Perché? Perché la nostra società è basata sul futuro della società stessa, e questo futuro sono i bambini, e relazioni monogame. In ogni società la definizione del matrimonio non ha mai incluso gli omosessuali, per quanto io sappia. E questo non significa attaccare l’omosessualità. Non è, cioè, un uomo che fa sesso con un bambino o con una cane, ma una cosa sola (il matrimonio etero). E se la distruggi ci sarà un impatto drammatico sulla qualità della nostra società.

Le dichiarazioni shock di Santorum, che tra l’altro descrivevano gli scandali sessuali all’interno della Chiesa cattolica americana come atti gay da condannare, produssero una polemica infinita, che mise in serio imbarazzo anche il presidente Bush, che apprezzava particolarmente il senatore della Pennsylvania. L’intervista di Santorum alla principale agenzia statunitense, l’Associated Press, rimane uno degli episodi più imbarazzanti, e noti, della politica americana dello scorso decennio, e generò una delle prime forme di protesta virale realizzate unendo le nuove tecnologie alla lotta politica. Un giornalista gay lanciò un concorso per dare un nuovo significato al cognome di Santorum, e vinse il suggerimento che associava il nome del senatore omofobo ad una “schiumosa mistura di feci e lubrificante che è talvolta prodotta dal sesso anale”, come ricordano i siti eretti a memoria di questa nuova definizione.

OSSESSIONE OMOFOBA – Nel 2006 il senatore della Pennsylvania è stato sconfitto nettamente dal suo rivale, e l’eco delle sue dichiarazioni anti omosessuali si sentì parecchio durante la lunga campagna elettorale. Rick Santorum era all’epoca una delle stelle del partito repubblicano, materiale da Casa Bianca come il suo collega George Allen, anch’egli poi sconfitto a causa della netta affermazione democratica a livello nazionale. Dopo la conclusione della sua carriera al Congresso Santorum è tornato all’avvocatura ed è diventato un commentatore televisivo per Fox News, la Tv di Rupert Murdoch, dove spesso è tornato ad attaccare gli omosessuali e a difendere i valori cristiani. Nonostante la scarsa considerazione da parte del partito e dei media, l’ex senatore della Pennsylvania ha deciso di correre per la Casa Bianca nel 2011, e i tono della sua campagna hanno spesso riecheggiato le dichiarazioni shock con le quali era diventato celebre suo malgrado. L’ossessione anti gay ha raggiunto nuove vette, tanto che Santorum ha imputato a chi ama persone del suo stesso sesso e chi ne supporta i diritti la colpa principale della crisi economica.

Far rompere la famiglia e di fatto incoraggiando e incitando questa rottura attraverso il dibattito sull’intera ridefinizione del matrimonio, così come non supportare le famiglie e non difendere la dignità della vita umana. Queste cose portano ad una società che è disgregata. Se si pensa che possiamo essere una società che si autodistrugge, e non rispetta la famiglia e l’importante ruolo che ricopre, e non insegna valori morali e l’importanza della fede nella vita pubblica, e poi si crede che le persone possano essere buone, dignitose e morali, se si guarda alla radice dei problemi economici che abbiamo con Wall Street e Main Street (la popolazione americana) dal 2008 io posso dire che questi sono stati enormi fallimenti morali. E non si può dire che possiamo eliminare la moralità dalla vita pubblica, dalle nostre scuole, togliere Dio dalle nostre scuole, e poi aspettarsi che le persone si comportino in modo rispettoso in una paese che richiede, cioè il capitalismo richiede una forte dose di coscienza morale affinché esso possa funzionare.

Il matrimonio gay è una vera ossessione per il candidato del Gop. Girando le 99 contee dell’Iowa, uno Stato dove ci sono molti elettori conservatori sui temi etici, Santorum ha detto come definire le nozze omosessuali un vero matrimonio sia come paragonare una tazza di tè ad un pallone da basket. Altre volte ha preso in mano oggetti, deridendo il matrimonio gay come un’entità assurda che vuole essere un’istituzione che non potrà mai essere reale, dato che le vere nozze sono solo quelle tra uomo e donna. Oltre al già citato paragone tra tazza da tè e pallone da basket, Santorum si è sbizzarrito con tovaglioli, birra ed alberi. Dichiarazioni ultra conservatrici che sono servite a cementare il fascino dell’ex senatore della Pennsylvania tra gli elettori repubblicani dell’Iowa, che indicavano proprio in Santorum il loro candidato preferito, che è arrivato a sostenere persino che le persone religiose hanno il diritto di discriminare gli omosessuali. Con simili idee il commentatore di Fox News non poteva che essere contrario alla legge che ha posto fine alla discriminazione dei gay nell’esercito americano, la famigerata Don’t Ask, Don’t Tell che ha promesso subito di reintrodurre nel caso diventasse presidente degli Stati Uniti.

FONDAMENTALISMO CRISTIANO – L’ostilità verso i diritti della comunità LGBT è fortissima, ma da buon repubblicano conservatore Rick Santorum non riconosce neppure il diritto delle donne all’interruzione di gravidanza e in generale si oppone ai metodi anticoncenzionali, così come rinnega l’evoluzione. Tutte posizioni che ne fanno un campione dei cristiani rinati che animano il partito repubblicano negli Stati sudisti e in generale nell’America rurale e delle piccole città. Santorum è ovviamente contro l’aborto, ma ha rimarcato come non crede neppure nel diritto alla privacy riconosciuto dalla Corte Suprema negli anni sessanta per legalizzare la vendita dei preservativi. In materia di libertà sessuale, il candidato repubblicano vorrebbe imporre per legge il rispetto della più rigida morale cattolica, che permette il sesso solo in funzione procreativa.

Da presidente parlerei di una cosa di cui nessuno parla, ovvero il pericolo della contraccezione. Molte persone di fede cristiana hanno ormai accettato la contraccezione, ma dobbiamo dire che essa è sbagliata. E’ una licenza a fare cose nell’ambito sessuale che sono contrarie a come le cose dovrebbero essere. Incluso in questo è anche l’utilizzo di preservativi e metodi anticoncezionali da parte delle coppie sposate. Il sesso deve avere scopi che siano sì coniugali e capaci di unire la coppia, ma anche procreativi. La maggior parte dei presidenti non parlano di queste cose, ma questi sono temi fondamentali. Hanno un profondo impatto sulla salute della società.

Coerentemente al suo messaggio da fondamentalista cattolico, la famiglia Santorum è piuttosto numerosa, con ben sei figli. Un altro figlio è invece purtroppo morto appena nato a causa del parto prematuro, e Rick e sua moglie Karen decisero di portare il cadavere del loro bambino a casa per mostrarlo agli altri figli prima di farlo seppellire. Santorum è altresì un seguace della dottrina del disegno intelligente, che postula il dettato biblico come la vera descrizione della genesi della vita sulla Terra. L’allora senatore junior della Pennsylvania inserì l’insegnamento del disegno intelligente nella legge che riformulava la politica educativa degli Stati Uniti, anche se il suo emendamento non aveva forza normativa. Ciononostante, l’emendamento Santorum è ancora oggi considerata come una delle più grandi vittorie ottenute da chi si oppone alla teoria dell’evoluzione di Charles Darwin.

CHANCE RIDOTTE – Le tesi iper conservatrici di Rick Santorum sono invero minoritarie nella società americane, anche se piuttosto popolari nella base repubblicana. Quello che era uno dei più autorevoli candidati alla successione di Bush si è però trasformato, anche a causa della batosta subita nel 2006, in un esponente del fondamentalismo cristiano che è sì rilevante in casa Gop, ma che non è mai stato capace di essere maggioritario nel partito. Santorum dunque non sembra avere grandi chance di battere Romney, soprattutto per la certa opposizione dell’establishment repubblicano. I big del Gop, tanto gli esponenti istituzionali apicali quanto il Big Business che finanzia il partito, non vogliono assolutamente trasformare le presidenziali 2012 da un giudizio sull’economia sotto la guida di Obama in una scelta se tornare indietro o no di cinquant’anni nella morale pubblica, uno scenario che certo favorirebbe l’attuale Amministrazione democratica. La debolezza provocata dall’estremismo valoriale di Santorum è però un punto di forza nelle primarie di molti Stati dove i cristiani rinati sono una cospicua fetta dell’elettorato, nel Sud ma anche nel Midwest, un elemento che potrebbe rafforzare la campagna dell’ex senatore junior della Pennsylvania. In questo caso Santorum potrebbe davvero replicare la traiettoria di Mike Huckabee, che ha preferito non correre nel 2012 proprio per non rinunciare al milionario stipendio garantitogli da Fox News. Il consenso piuttosto debole di Romney lascia però aperta uno spiraglio anche per un esito più sorprendente delle primarie repubblicane. Nella storia recente candidati piuttosto estremi sono riusciti ad ottenere la nomination, di norma favorendo il presidente in carica che sfidavano. La storia, però, potrebbe anche essere smentita.

19 Commenti

  1. ernest ameglio scrive:

    Volevo aggiungere, molti cristiani, per via di certe dichiarazioni e prese di posizioni papali, pensano che i Cattolici siano dei falsi cristiani; aVolevo aggiungere, molti cristiani, per via di certe dichiarazioni e prese di posizioni papali, pensano che i Cattolici siano dei falsi cristiani; altre correnti più monoteiste, dei negatori del dio biblico. Lo penso io pure.Comunque è risaputo che discuto di religione senza essere credente La mia bibbia rimane lo studio della natura e la anti-preistoria. Per gli amici che leggono il francese
    L’Evolution inconnue

    Dans un passé évoluant sans âge
    Le temps n’ayant pas d’existence
    Sur terre primant brutalité et rage.
    Ensemble primordial de violence,

    Où les éléments déchainés rendant
    Tous le vivant craintif. A l’écart,
    Dans un antre sombre, malodorant
    Étaient des êtres hirsutes, s’éclairaient

    D’un feu fluet. Un matin, à l’aurore,
    Un cri inédit, aigu, affaira les eaux
    D’un petit lac voisin. Et plus encore
    La nature entière à ces tous nouveaux

    Éclats de vie, en fut saisie, émerveillée.
    Aux hominidés, était née une vrai fille !.
    Très belle, la peu lisse, d’un blanc- rosé.
    Alor ce fut, un général essor à la resquille.

    Du tout le vivant. Et la Flore eut le bonheur
    De donner à la Terre, sa toute première fleur.

    Ernest Ameglio

  2. ernest ameglio scrive:

    Le redes messages interdisant aux musulmans de participer aux fêtes de Noël étaient diffusés sur les téléphones portables. Je lui ai lu le texte libellé ainsi : « Dans le cadre de la lutte contre les perversités en Islam, on rappelle au musulman que les fêtes du 24, 25 et 31 décembre sont formellement interdites. Nous ne sommes plus ignorants. Le prophète (saw) a dit : quiconque imite un peuple fait partie de ce peuple. Donc n’imite pas les chrétiens. Faites passer l’info, svp. ».azioni altrui.
    Non ho tempo per tradurre? Testo ricevuto sui telefonini. Nei paesi isalmici, crociate assumoni perticolarità nuove, senza spergimento di sangue, ma efficaci.

  3. mirko scrive:

    Fondamentalismo islamico = terroristi ..
    Fondamentalista cattolico = Persona degna di fiducia, molto coerente con le sue idee e stili di vita… (Gay morti o in carcere e viceversa;
    L’aborto è un abominio, ma la pedofilia non conta…
    un vescovo spagnolo poi ha detto “Uccidere un bambino indifeso, e che lo faccia addirittura sua madre, da all’uomo la licenza assoluta, senza limiti, di abusare del corpo della donna”

    Che dire, bella morale cattolica… anzi comoda, per prendere voti…

  4. sabrina scrive:

    Si definiscono cristiani eppure odiano, discriminano, giudicano: c’è qualcosa di meno cristiano di così? ditemi voi…

    • siria scrive:

      io lo trovo molto cristiano. è quello che gli viene insegnato nel loro edificante libretto. ovviamente pescano solo le parti che gli fanno comodo, ma è molto cristiano anche questo. ipocrisia, il tuo nome è cristiano ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie