Come si rivalutano le pensioni

15/12/2011 - di

Repubblica pubblica uno schema molto interessante, che descrive il modo in cui oggi si rivalutano, o no, le pensioni:

CAMBIA di nuovo e rischia di cambiare ancora la penalizzazione per chi va in pensione prima dei 62 anni (con i 42 obbligatori di contributi): il testo elaborato la notte scorsa dalla Commissione dimezzava il costo dell’anticipo della pensione all’1 per cento, ma la versione finale lo riporta al 2% (dopo due anni). Non ci sta il Pd che vorrebbe – come ha chiesto ieri Damiano – cancellare del tutto la penalizzazione. Si conferma invece il «salvataggio» dal blocco dell’indicizzazione delle pensioni sotto i 1.400 euro che saranno rivalutate al 100 per cento anche per il 2013 (oltre al 2012). Conferma anche per il prelievo sulle pensioni d’oro: sarà del 15 per cento oltre i 200 mila euro.

6 Commenti

  1. guardione luigi nato il 16 .08 .1951 scrive:

    o quasi 61 anni sono del 1951 ed o 31 anni e 6 mesi di contributi versati quando andro in penzione grazie

    • icaro51 scrive:

      @Guardione Luigi, sono nelle tue condizioni (16/06/51) con 32 anni di contributi – questa mattina mi sono presentato all’I.M.P.S. ho fatto la tua stessa domanda, mi hanno risposto – Con le leggi attuali vado in pensione a 66 anni, non avendo maturato i 40 lavorativi – mi hanno anche risposto, che se passa la manovra si dovrà riguardare tutto. Andiamo avanti Luigi (per morire c’è sempre tempo). Buona giornata.

  2. Giuseppe49 scrive:

    Nato giugno 49. al 31.12.2011 62,6 anni di età – 39anni 4 mesi e 14 gg di contruibuti ( sanità ) . Potrei andare in pensione dal 31.12.2011 in quanto già presentato domanda. Se decido di restare potrò andare quanto voglio ? o devo aspettare i famosi 42 anni di contributo e 66 di età?
    Grazie Buona Giornata

  3. Per la precisione scrive:

    Non ti so rispondere sulla pensione ma ti do dei consigli che ti torneranno molto utili nella vita:
    -”o quasi” e “o 31 anni” si scrivono “ho quasi” e “ho 31 anni”
    -”andro” si scrive “andrò”
    -”penzione” si scrive “pensione”
    -manca la punteggiatura (virgole, punto interrogativo)

    Buona fortuna!

    • luigi scrive:

      Se in un un sito dove si parla di pensioni non si è in grado di rispondere , uno ti chiede un’informazione sulla sua posizione contributiva, non puoi andare a fare l’insegnante di italiano, limitati a rispondere alla sua domanda, se sei in grado di dare una risposta bene ,altrimenti taci e se vuoi fare l’insegnante fai la domanda presso;
      “www. istruzione.it”, capito??????????

  4. Corsi Marcello scrive:

    Vorrei che qualcuno mi chiarisse il significato del comma 25 dell’art 24 del decreto Monti.
    A me sembra che lo stesso preveda per le pensioni superiori a tre volte il minimo Inps una rivalutazione uguale a quella prevista per le pensioni pari a tre volte il minimo Inps.
    Dove sbaglio?
    Grazie,
    Marcello Corsi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Jean-Claude Juncker , EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images

L’UE e il piano da 300 miliardi di Juncker

19:42 Il presidente della Commissione ha promesso un'importante mole di nuovi investimenti per stimolare la crescita. I vincoli del bilancio comunitario, le regole di contenimento del debito e il credito a tripla A concesso dalla Banca europea degli investimenti rendono però quantomeno dubbia l'efficacia delle idee finora illustrate dall'esecutivo comunitario. CONTINUA