Filmavano stupri per fare film porno

di - 10/12/2011 - Due registi drogavano alcune aspiranti modelle per violentarle e così realizzare video hard Un duo di piccoli imprenditori cinematografici rischia l’ergastolo per aver realizzato filmati pornografici dopo aver drogato alcune donne, il cui stupro è stato ripreso dalle loro telecamere.

Due registi drogavano alcune aspiranti modelle per violentarle e così realizzare video hard

Un duo di piccoli imprenditori cinematografici rischia l’ergastolo per aver realizzato filmati pornografici dopo aver drogato alcune donne, il cui stupro è stato ripreso dalle loro telecamere. Le due persone, residenti nell’area di Miami, avevano congegnato questo sistema per costruire film a basso costo e poi guadagnare soldi tramite la vendita dei filmati a luci rosse su internet.

STUPRI PER FILM - I due uomini, Lavont Flanders Jr e Emerson “Jah-T” Callum, sono stati giudicati colpevoli dei 32 reati dei quali erano accusati, e a febbraio la Corte deciderà la loro sentenza. Flanders era un ex poliziotto che attirava numerose donne a fare delle audizioni per intraprendere una carriera nel cinema e nella moda, fingendosi anch’egli una ex modella. Quando le giovani ragazze arrivavano per l’intervista di lavoro, erano filmate mentre bevevano alcolici, dato che i due uomini avevano detto che il provino si sarebbe basato su una pubblicità per una ditta che lavorava in questo settore. Le aspiranti modelle erano in realtà drogate col benzodiazepine, una droga che serve a inibire completamente i sensi delle persone così da facilitare i rapporti sessuali non consenzienti. Dopo che le ragazze erano quasi prive di sensi, venivano portate in un capannone, dove il loro stupro era filmato da una telecamera. Con questo sistema il duo formato da Lavont Flanders Jr e Emerson “Jah-T” Callum realizzava e vendeva filmati hard con la loro Miami Vibes Enterprises. I filmati, pubblicati sia su internet che come Dvd per i negozi a luci rosse, sono serviti come prova per il processo. I due si sono difesi sostenendo che le attrici sapessero che sarebbero state filmate per un video hard, circostanza però smentita dalle nove donne che avevano subito violenza. Le indagini sono partite nel 2007, quando una donna aveva detto alla polizia di essere stata violentata su una spiaggia di Miami dopo esser stata drogate. Gli inquirenti sono così riusciti a ricostruire il sistema degli stupri pornografici, che ora costerà molti anni di galera ai due uomini della Florida.

20 Commenti

  1. giuliana scrive:

    se potreste togliere quella foto con la modella ammiccante rendereste i vostri articoli sulla violenza alle donne più credibili, vi leggo sempre, vi stimo ma trovo quell’immagine offensiva, grazie

    • Miriam scrive:

      mi associo a Giuliana.

    • G* scrive:

      Ehssì, è proprio la donna ammiccante che fa problemi, oggettificazione della donna! Aiuto!

      Ma sul serio? Come può ESSERE offensiva? Le modelle che fanno il loro lavoro ora sono offensive? Apriti cielo allora, rendiamo illegale il lavoro di “modella”.
      Che tipo di problema può mai creare? L’articolo parla di modelle raggirate e filmate durante atti sessuali. L’immagine ritrae una modella in una posa ammiccate. Potevano metterci una modella e basta, o potevano metterci una foto dei malfattori. Evidentemente non avevano foto di Emerson e Callum. Questa foto di sicuro non rende l’articolo meno credibile. È l’opzione che di sicuro attira più visite senza essere slegata dal contenuto dell’articolo, quindi è la migliore. Se qualche donna si sente offesa, libera di prenotare una seduta dallo psichiatra.

      • Alberto scrive:

        Si è oggettivamente inappropriata la foto , non la modella non ha nulla che non vada ma la foto si. Non credo ci starebbe bene la foto di un bambino che ammicca in un articolo che parlasse di pedopornografia no?

        • Gabriele scrive:

          Ma guarda, non è neanche questo. La cosa grave è che associa (credo inconsapevolmente) il concetto dello stupro alla figura della donna ammiccante, provocante, e -in ultima analisi- consenziente.

  2. A. Bufinzio scrive:

    giuliana stai zitta, lurida baldracca da quattro soldi

  3. Francesco scrive:

    …….. A.Bufinzio …. sei proprio un Buffone … incivile di merda ….

    • Tiziano scrive:

      SIETE MERDA CHE PUZZA! NON AVETE NIENTE DA DIRE A NESSUNO!
      DELLA VERA E PROPRIA MERDA. MA SICCOME MERDA VA CON MERDA, È NATURALE CHE VOI L’ABBIATE ACQUISTATA. QUINDI NON VENITE A ROMPERE I COGLIONI CON TEORIE, OK? CHE NON STANNO NÉ IN CIELO NÉ IN TERRA, CHE SONO FALSE, CHE AVETE INVENTATO, PERCHÉ SIETE DEI BASTARDI… SIETE DEI GRAN BASTARDI, FALSI!

    • A. Bufinzio scrive:

      e tu sei un negro, contento?

  4. Pwngraphy scrive:

    @A. Bufinzio: PERDENTE.

  5. GIOBBE scrive:

    OH MINKIAZZI ANDATEVENE 1 Pò AFFANKIULO ALPOSTO D FARE LI SPAKKIUSI KON LE TIPE1!!1

  6. M.Bartucci scrive:

    La polnoglaphia è reato, ammanettateli!

  7. Kull scrive:

    L’Elite dell’internet ha colpito ancora vedo…sono soddisfatto da ciò.

  8. Er Crusca scrive:

    “Fingendosi anch’egli un ex modella”?
    Che, si travestiva da donna l’ex poliziotto?
    E poi il benzodiazepine non è una droga, ma una classe di farmaci che hanno sostituito i barbiturici anche nella medicina tradizionale.
    Rileggere un attimo gli articoli prima di pubblicarli pare brutto, eh?
    Oppure avetre affidato la traduzione dell’articolo originale a google translate e ne è venuto fuori questo capolavoro di lingua italiota?

    • Michele scrive:

      Se ti prendevi la briga di leggere l’articolo in lingua originale, avresti realizzato che è proprio così: il poliziotto si fingeva una modella. Online.

  9. CoTomas scrive:

    però, che volpi: prima commettono un reato, poi lo filmano e mettono il filmato sul web 0)
    oibò!
    certo che se i giornalisti prima di scrivere accendessero il cervello, leggere sarebbe più piacevole!

  10. oibò scrive:

    Ma quanti Troll >.<

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

metodo Stamina

Tutti i punti oscuri di Stamina

22:33 Minacce ai genitori dei bambini sottoposti alla cura, cartelle cliniche prive della descrizione del trattamento e infusioni avvenute in centri benessere: la chiusura dell'indagine torinese fa il punto sui dettagli più inquietanti dell'intera vicenda CONTINUA

La terza corsia fantasma che blocca l'A14

Senigallia-Ancona Nord: la terza corsia fantasma che blocca l’A14

21:37 I lavori per l'ampliamento dell'autostrada adriatica tra Senigallia ed Ancona Nord sono bloccati da ormai un anno a causa di problemi che hanno coinvolto il consorzio appaltante Samac ed ora le aziende dell'indotto rischiano il fallimento a causa dei mancati pagamenti mentre il cantiere è al 60 per cento CONTINUA