|

TORINO-LAZIO 0-2. Doppietta di Felipe Anderson, Lazio a +3 sul Napoli

TORINO-LAZIO DIRETTA LIVE

TORINO-LAZIO 0-2 RISULTATO FINALE- Sembrava a favore del Torino il secondo tempo, ma la Lazio, sorniona, aspettava solo che Felipe Anderson si accendesse. E così è stato: prima dà una palla a Keita solo da buttare dentro, poi capisce che deve far da solo. E in pochi minuti prima si fa 30 metri palla al piede e la mette dentro di precisione, poi raccoglie il passaggio di un compagno da posizione defilata e tira una bomba, con una soluzione di potenza. Diventa capocannoniere della Lazio con Klose e Mauri e dà il terzo posto ai suoi, con tre punti di vantaggio sul Napoli e, a pochi minuti dall’inizio della partita della Roma, con un solo punto di svantaggio dai cugini giallorossi. E ora la Lazio sembra la più autorevole candidata al secondo posto, anche per l’assenza delle coppe europee tra i suoi impegni.

93′- Partita finita, ancora Felipe Anderson determinante.

92′- Keita sbaglia il terzo gol. Ma Pioli non sembra arrabbiato, è troppo felice per il terzo posto in solitaria a +3 dal Napoli e -1 dalla Roma che giocherà fra pochi minuti contro la Samp.

92′- Ci prova ancora Bruno Peres, fermato da un fallo. Un solo minuto alla fine.

90′- Tre minuti di recupero.

89′- El Kaddouri ottiene un angolo, ma il cross poteva essere ben più pericoloso. Amauri sul corner sfiora il gol, sul prosieguo dell’azione altro corner senza conseguenze, però. Toro in avanti con generosità, ma la Lazio si difende in tranquillità.

87′- Destro di Bovo forte, ma non preciso. Si sente qualche fischio all’Olimpico di Torino.

86′- Ammonito Basta per un bruttissimo fallo su El Kaddouri. Punizione granata da buona posizione, centrale, a circa 25 metri dalla porta difesa da Marchetti.

84′- L’uno-due della terza in classifica ha annichilito i padroni di casa. La Lazio ha in tasca la quinta vittoria consecutiva. Napoli staccato, Roma in allarme.

81′- Bella palla di El Kaddouri dalla sinistra, cross per Amauri che di testa liscia la traversa e manca l’occasione per riaprire la partita.

78′- Il Toro molla e sull’ennesima ripartenza Biglia dal limite appoggia a sinistra a Felipe Anderson che tira una bomba sull’uscita di Padelli. Il numero uno granata la tocca, ma la palla così diventa ancora più irraggiungibile finendo all’incrocio dei pali opposto. Questo gol è tutto sulla coscienza di Ventura: Basha ormai non correva più e proprio dalla sua parte è arrivato il raddoppio. Tardivamente, dopo la rete, lo sostituisce per Farnerud. Pioli concede la passarella a Felipe Anderson ed entra Ederson.

77′- GOOOOOOLLL!!!! ANCORA FEELIPE ANDERSON!!!!!

75′- Contropiede della Lazio e raddoppio sfiorato. Anderson lancia di nuovo Keita, e nuovamente su palla persa a centrocampo del Torino, e il giovane biancazzurro entra in area e tira. Palla sull’esterno della rete.

73′- Reagisce subito il Torino. Matteo Darmian si accentra dalla sinistra, bel tiro a giro rasoterra, miracolo di Marchetti che con la punta delle dita la toglie dall’angolo e la mette in corner. Prodezza del portiere della Lazio.

71′- Doveva esserci la prodezza del singolo e ci pensa il campione brasiliano della Lazio, con la sua consueta classe. Palla persa nella metà campo della Lazio dal Torino, verticalizzazione immediata per lui di Biglia, che ubriaca due granata, approfitta della copertura morbida di Maksimovic e dal limite va di precisione, piatto alla destra di Padelli. Lazio in vantaggio che va a più tre sul Napoli.

70′- GOOOOOOLLL!!!! FELIPE ANDERSON!!!!

69′- Ci prova anche Biglia da lontano, palla alta. Nel frattempo Basha crolla a terra, per crampi. Non gioca da molto e ne sente le conseguenze. Buona finora la sua prova.

68′– Tiraccio di Basta che rischia di mettere in crisi Padelli, anche per le condizioni del campo e la scivolosità della palla: il numero uno granata la para in due tempi: stile pessimo, ma efficace.

66′- Il Torino, impaurito dal possibile vantaggio biancazzurro, alza il baricentro con El Kaddouri e Bruno Peres.

63′- Che errore di Keita!!! Palla a Anderson sulla trequarti, due contro uno, il brasiliano dà la palla a Keita completamente libero, che prima fa rientrare Bovo e cerca di superarlo, poi in scivolata tira. Padelli crede di aver subito il gol, ma il pallone invece sfiora il palo. Occasionissima sprecata dal nuovo entrato. La migliore della partita.

62′- Doppio cambio anche per Ventura: fuori Martinez e Silva, dentro Maxi Lopez e Matteo Darmian. Le due squadre sembrano non accontentarsi del pareggio.

61′- El Kaddouri dalla sinistra, cross alto, arriva Bruno Peres e prova un pallonetto bizzarro. Marchetti si preoccupa, ma palla fuori.

60′- Ottimo Felipe Anderson che scarica su Keita. Cross strozzato dal contrasto di Bovo, nulla di fatto. Intanto Ventura fa scaldare Maxi Lopez.

58′- Bella discesa di Omar El Kaddouri che si accentra dalla sinistra e prova a lanciare con un filtrante in area Martinez. Che non lo capisce, ma lo applaude.

57′- Retropassaggio rischiosissimo di Maksimovic per Padelli, Klose quasi ci arriva, il numero uno granata spazza.

56′- Doppio cambio per la Lazio: Pioli fa uscire Cataldi e Mauri (che lascia la fascia di capitano) ed entrano Onazi e Keita.

55′- Amauri vorrà pure la vittoria, ma su questo contropiede pensa bene di sbagliare i tempi del passaggio e poi il passaggio stesso.

52′- Amauri grintosissimo, chiama la Maratona a tifare di più, vuole la vittoria.

51′- Contropiede del Torino che lancia Martinez. Corre per trenta metri il venezuelano, poi esausto non riesce a superare Mauricio.

50′- El Kaddouri ammonito per una brutta e inutile entrata su Felipe Anderson. Non c’era cattiveria, solo un ritardo d’intervento.

48′- Ammonito Radu per uno scontro a centrocampo. Non era diffidato.

47′- Grande sinistro di Bruno Peres da 35 metri, finora in ombra e attento soprattutto alla fase difensiva.

46′– Lazio in campo prima del Torino, dopo l’intervallo. E la partita è ricominciata proprio così, con i biancazzurri più propositivi e i granata prudenti e arretrati. Forse troppo.

IL FOTORACCONTO DEL PRIMO TEMPO DI TORINO-LAZIO

TORINO-LAZIO 0-0 FINE PRIMO TEMPO – Partita grintosa e piena d’agonismo ma corretta: nessun problema per l’arbitro Orsato ma neanche per i portieri, davvero impegnati solo una volta ciascuno. Meglio la Lazio nel gioco: pressing alto e manovre veloci, maggiore pericolosità e costanza di possesso palla, ma il Torino in un paio d’occasioni, dalla parte di Silva e con un Amauri volitivo sa farsi valere (bravo anche Martinez negli inserimenti). Partita equilibrata che conferma comunque l’ottimo momento degli uomini di Pioli e la solidità della squadra di Ventura. L’impressione è che solo l’invenzione di un singolo possa sbloccare il match.

45′- Su un’azione insistita e un po’ ottusa in attacco di Amauri finisce il primo tempo. Non bellissimo, ma si affrontano due squadre in salute.

42′- Lazio che prova i lanci lunghi e tra Parolo e Klose per due volte sfiora un aggancio decisivo. Ai punti questo primo tempo va aggiudicato agli aquilotti.

38′– Scontro a centrocampo, Amauri ammonito per un salto in contrasto a braccia larghe.

37′- Torino confusionario, Lazio che abbassa leggermente i ritmi, ma tiene altissima la linea del pressing.

34′- Doppio calcio d’angolo per il Torino che alleggeriscono la pressione laziale.

31′- Maksimovic sbaglia il tempo dell’anticipo di testa su un appoggio con il contagiri di Anderson, Parolo si trova la palla in area ma non se l’aspetta e la tocca fuori, più per distrazione che per altro.

30′– La Lazio si spaventa dopo l’occasione dei padroni di casa e torna a premere davanti. Ma sulla destra, fascia prima pericolosissima per i granata, ora sembrano aver trovato le giuste contromisure. Così ci provano dalla sinistra: cross per Mauri, testa, Padelli para in scioltezza. Il capitano laziale era troppo lontano dalla porta.

28′- Che fiammata del Torino! Bellissima azione di Gaston Silva imbeccato da Basha. Sulla sinistra fa partire un cross perfetto per Amauri, che incoccia benissimo di testa: parata di Marchetti, sulla ribattuta ancora un colpo di testa, ma di Martinez, palla di poco fuori. Sulla ripartenza, corner per la Lazio.

26′- Bellissima uscita in anticipo di Maksimovic, fermato da un fallo di Biglia che Orsato non rileva. Da qui parte una ripartenza che si risolve in un’accelerazione di Klose ribattuta in angolo. Maksimovic protesta fino a farsi dare il giallo. Oltre al danno, la beffa.

24′- I padroni di casa ora sembrano più ordinati in difesa e la Lazio fa più fatica a maramaldeggiare sulle fasce come ha fatto all’inizio della partita.

21′- Il Toro fa una fatica enorme a ripartire e alla fine si affida ai lanci lunghi, in particolare di Basha. Sull’ultimo prova a pescare Gaston Silva sulla sinistra, che nel tentare il cross cade e si fa male a mano e gomito. Forse anche la spalla è interessata con una possibile lussazione. Darmian comincia a scaldarsi.

18′– Cross di Basta dalla destra, supera El Kaddouri, la palla a Klose che tenta la torre. Palla rinviata sui piedi di Biglia, che lancia benissimo in area Parolo che tenta il tiro sul palo di Padelli, sotto l’incrocio. Corner. Sul quale la Lazio non si rende pericolosa.

17′- Bella azione della Lazio in verticalizzazione, poi dai 20 metri Danilo Cataldi tenta l’eurogol. Palla altissima, non riesce a tenere il corpo nella giusta coordinazione.

16′- La Lazio tiene la partita in pugno, davanti il Torino mette in apprensione i biancazzurri solo con Amauri, che Mauricio sembra soffrire. E infatti Pioli dall’inizio invita alla calma e alla concentrazione il suo neoacquisto.

14′- Ora fase confuse di gioco, si lotta molto a centrocampo, la Lazio però sembra atleticamente in forma e tatticamente, per ora, perfetta.

12′- Punizione dalla destra della Lazio, la palla schizza su Klose all’altezza del dischetto del rigore. Il tedesco però perde l’attimo e non riesce a tirare. Azione molto pericolosa per gli ospiti.

10′- Ora il Torino sembra più pericoloso. Buona discesa sulla sinistra di El Kaddouri, poi è  sfortunato sul rimpallo con Mauricio, palla sul fondo.

8′- Prima mezza occasione per i granata: Silva crossa bene, ma troppo alto per Mauri, Peres prova il tiro defilato, la difesa biancazzurra libera. Poco dopo prova Benassi e ancora De Vrij libera l’area.

7′- I padroni di casa soffrono la pressione biancazzurra, ora provano a riordinare le idee ripartendo dalla propria metà campo.

5′- Ancora Felipe Anderson, questa volta sulla sinistra, semina il panico nella retroguardia granata. Per fortuna del Torino è così intelligente il brasiliano che non lo capiscono neanche i suoi.

3′– Ancora Felipe Anderson, tiro pericoloso dal limite, corner. Ma dall’angolo la Lazio non ottiene nulla.

2′- Subito biancazzurri pericolosi con Felipe Anderson che sembra poter fare quello che vuole anche stasera, conduce un contropiede da solo e appoggia di tacco bene per Mauri, che poi si fa anticipare da Maksimovic.

1′- Partita cominciata, Lazio subito in possesso palla.

Pioli deve rinunciare a Candreva squalificato. Ventura punta sul duo Amauri Martinez, lasciando in panchina Quagliarella e Maxi Lopez. Ci saranno polemiche per il turn-over del tecnico granata

Intanto arrivano le formazioni ufficiali di Torino-Lazio

Torino: (3-5-2) – Padelli; Maksimovic, Jansson, Bovo; Bruno Peres, Benassi, Basha, El Kaddouri, G. Silva; Amauri, Martinez. All. Ventura. A disp. Castellazzi, Ichazo, Glik, Moretti, Alvaro Gonzalez, Quagliarella, Maxi Lopez.

Lazio:(4-3-3) – Marchetti; Basta, de Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Felipe Anderson, Klose, Mauri. All. Pioli. A disp. Berisha, Strakosha, Novaretti, Braafheid, Cavanda, Ciani, Ederson, Lulic, Ledesma, Onazi, Keita, Perea.

La Lazio ha un bel match-ball tra le mani. Con la quinta vittoria consecutiva in campionato – ma anche solo con il pareggio – conquisterebbe il terzo posto in solitaria: un traguardo impensabile solo un mese e mezzo fa e ora non solo a portata di mano, ma probabilissimo.

Lo fa all’Olimpico di Torino contro una squadra con cui ha una buona traduzione. Trentasette vittorie dei padroni di casa, trentuno degli ospiti e 51 pareggi, ecco lo score di Torino-Lazio nella storia della serie A. E se il buongiorno si vede del mattino, si possono ricordare gli ottavi di finale di quest’ultima Coppa Italia: 1-3 per la Lazio in casa dei granata. Si trovano di fronte comunque due delle squadre più in forma del momento: il Torino che a Udine ha visto concludersi una striscia positiva di 12 partite e la Lazio, in ascesa vertiginosa e reduce da quattro trionfi consecutivi.

TORINO-LAZIO, LA DIRETTA STREAMING –

Per chi non può essere davanti al televisore. Ma anche per chi non è abbonato. Seguire Torino-Lazio è possibile anche se non si è abbonati a Sky o a Mediaset Premium.

TORINO-LAZIO IN VIDEO STREAMING Per seguire in diretta la partita tra Torino e Lazio ci sono diverse possibilità. Sky, anche per chi non è in casa, mette a disposizione, anche sui dispositivi mobili, il suo Sky-Go, mentre Mediaset punta sull’applicazione dedicata Premium Play. Ovviamente esiste anche la soluzione “radiofonica” per chi ha una radio in casa, sull’app del telefono o magari è in macchina. Noi, da parte nostra non possiamo che consigliarvi di seguire il risultato di Torino-Lazio in diretta sul nostro sito.