|

Le otto alternative a WhatsApp (se non vuoi più usare WhatsApp)

Hai le tue buone ragioni per abbandonare WhatsApp ma non sai bene su cosa orizzontarti per trovare un’applicazione di instant messaging, pratica, leggera e sopratutto sicura? Le alternative a WhatsApp esistono, basta solo avere un po’ di pazienza e confrontare le varie offerte, sopratutto tra le app gratuite.

LEGGI ANCHE: WHATSAPP I TRUCCHI PER USARLO

Scoprile tutte:

  • 1. VIBER – È molto simile a WhatsApp, sia come grafica che come funzionamento. È un’app che identifica gli utenti in base al numero telefonico, e ha accesso alla tua rubrica di contatti per segnalarti chi, come te, usa Viber. È gratuita e disponibile per iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry, Nokia e Bada. Viber consente le chiamate vocali, ammesso che il tuo telefono sia connesso a Internet.
Viber
Viber
  • 2.LINE – Line registra il tuo numero di telefono nel proprio database, cosa che ti permette di contattare altre persone che sono a loro volta utenti Line. È disponibile gratuitamente per iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry. Line ti permette di continuare a scambiarti messaggi di testo con i tuoi contatti anche quando stai lavorando al pc, senza dover prendere in mano il telefono. Basta installare il programma apposito e registrarsi con il proprio indirizzo mail.
Line  (Foto: iTunes)
Line (Foto: iTunes)
  • 3. KAKAO TALK MESSENGER – Quando ti registri per la prima volta a Kakao, il sistema ti invia un codice di 4 cifre che dovrai usare per finalizzare la tua registrazione. Poi, esattamente come WhatsApp, accede alla tua lista dei contatti per vedere chi di loro usa Kakao. Si possono fare chat di gruppo, mandare foto o clip audio e fare chiamate vocali. Cosa fa in più rispetto a WhatsApp? Ti permette di condividere con i tuoi contatti i calendari e altre informazioni. È gratuita e disponibile per iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry.
Kakao Talk Messenger  (Foto: iTunes)
Kakao Talk Messenger (Foto: iTunes)
  • 4. FACEBOOK MESSENGER – La nuova applicazione di instant messaging di Facebook può essere una buona alternativa a WhatsApp. È gratuita e si possono creare accessi diretti alle varie conversazioni direttamente sulla schermata home del telefono. L’unico problema è che si può solo comunicare con gli amici iscritti a Facebook. Chi non usa il social network di Mark Zuckerberg resta tagliato fuori.
Facebook Messenger (Foto: iTunes)
Facebook Messenger (Foto: iTunes)
  • 5. SKYPE – Permette sia le chiamate vocali che i messaggi di testo, anche in gruppo. Diversamente da WhatsApp i contatti non vengono aggiunti automaticamente ma devono essere approvati dall’utente. (il che significa: meno scocciatori che ti disturbano e che, sopratutto, non sai idea di chi siano). Skype è gratuita e disponibile per iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry.
Skype (Foto: iTunes)
Skype (Foto: iTunes)

 

LEGGI ANCHE: Le 15 cose che ancora non sapevi su Facebook

 

  • 6. WECHAT – L’app cinese disponibile per iOs, Android, Windows Phone e Blackberry permette di fare quasi tutto: chiamate vocali e videochiamate, chat di gruppo e condividere le foto con i propri contatti. Ed è gratuita
WeChat (Foto: iTunes)
WeChat (Foto: iTunes)
  • 7. TELEGRAM – Se la sicurezza dei tuoi dati è quello che ti preme maggiormente, Telegram viene presentata come la migliore alternativa sulla piazza: sviluppata da Nikolai e Pavel Durov, i fondatori del social network russo VK, l’app permette di inviare messaggi crittografati e file di grandi dimensioni. È disponibile per Android, iOS, Windows Phone e per le piattaforme desktop. Non consente le chiamate vocali.
Telegram - (Foto: iTunes)
Telegram – (Foto: iTunes)
  • 8. HANGOUTS – La “creatura” di Google eredita da Big G. le sue stesse impostazioni e policy riguardo alla privacy, ma le tue conversazioni saranno conservate sul tuo account di Google senza limitazioni di tempo e spazio. Per il resto consente chiamate e videochiamate e scambio di messaggi.
Hangouts (Foto: iTunes)
Hangouts (Foto: iTunes)

(Photocredit copertina: STAN HONDA/AFP/Getty Images)