|

«L’omeopatia non cura alcuna malattia»

Secondo il National Health and Medical Research Council (NHMRC) austaliano, massimo istituto di ricerca del paese, l’omeopatia non cura alcuna malattia.

Foto: Sean Gallup/Getty Images
Foto: Sean Gallup/Getty Images

 

NON SERVE A NIENTE – L’omeopatia non è efficace nella cura di alcuna patologia, questa la conclusione del massimo istituto australiano che si occupa di ricerca medica dopo lo studio degli studi esistenti. I fautori dell’omeopatia credono che diluendo alcune sostanze e somministrandole ai pazienti questi sviluppino nel loro corpo capacità preventive e curative.

LEGGI ANCHE: Omeopatia: se e come funziona

LA MODA OMEOPATICA –  Pretese ampiamente smentite da diversi studi, ma il NHMRC ne ha analizzati ben 225, giungendo alla conclusione netta per la quale l’omeopatia non cura. Conclusione alla quale sono allineate tutte le principali istituzioni mediche e sanitarie del mondo, mai smentite da studi che possano dimostrare il contrario, come ad esempio il rapporto alla House of Commons britannica del 2010. Infatti, nonostante il business dell’omeopatia smuova milioni di euro in ogni paese, nemmeno i colossi che dominano questo mercato come Boiron hanno mai pensato di finanziare una ricerca che dimostri il valore dei propri prodotti. Prodotti peraltro già bersagliati dalle autorità di diversi paesi, che hanno vietato a Boiron di farsi pubblicità usando affermazioni indimostrate.

IL PERICOLO NELL’OMEOPATIA – L’ovvia conclusione è che «le persone che scelgono l’omeopatia possono mettere a rischio la propria salute o rimandare cure per le quali c’è buona prova di efficacia e sicurezza», scrive l’istituto licenziando i risultati dello studio, che è stato controllato da un ente terzo. Il ministro della salute ha detto di sperare che il rapporto spinga al ripensamento le assicurazioni che coprono i rimedi omeopatici e, soprattutto, le istituzioni private che offrono costosi corsi in omeopatia pur essendo riconosciute come istituzioni accademiche dallo stato . Debole la risposta dell’associazione australiana che sostiene l’uso dell’omeopatia, l’Australian Homeopathic Association (AHA) si è limitata a ricordare che un milione d’australiani usano o hanno usato l’omeopatia e ha invitato NHMRC ad adottate «un approccio più inclusivo» e un sistema «più integrato» che permetta ai prodotti omeopatici di coesistere accanto ai medicinali.

(Photocredit copertina: Getty Images)