|

L’incredibile botta e risposta tra Carlo Cracco e Lercio sull’agnello “condito vivo”

«Mi spiace molto per chi ha creduto che l’articolo sul “segreto del mio agnello fosse condirlo da vivo” fosse vero. Già dal nome del sito mi sarei fatto venire qualche dubbio». Carlo Cracco non prende benissimo l’articolo fake del noto sito satirico Lercio. Il rinomato chef avvisa tutti i suoi fan su Facebook invitando a non credere al post in questione che lo vede come l’inventore dell’agnello pasquale «condito vivo».

carlo cracco agnello vivo

carlo cracco agnello vivo 4

LA RISPOSTA DI LERCIO A CRACCO – Nell’articolo di Lercio lo chef confessava:

“Il segreto – ha raccontato all’emittente televisiva – è insaporirlo da vivo: preleviamo il latte materno, lo scaldiamo alla brace e lo insaporiamo con olio, prezzemolo, pepe, sale, aglio, coriandolo, noce moscata e rosmarino in modo da farlo abituare a quei sapori sin dalla prima poppata. In questa maniera la carne dell’agnellino acquisisce tutte le sfumature di sapori delle spezie e i profumi della brace in maniera più naturale. Quindi non abbiamo più la semplice materia prima assemblata a degli ingredienti, ma una materia prima che nasce con un’idea e, soprattutto, un agnello che viene svezzato con la mentalità che lo rende già propenso a diventare un piatto vincente. Lui vuole diventare quel piatto, questo fa la differenza”

Nel pezzo ci sono diverse circostanze satiriche (come “l’ex venditore di torba gallese Will Butler, per parlare del suo timballo di spaghetti al pomodoro con briciole di cracker”). Nonostante ciò in molti ci hanno creduto. Epica la risposta dei ragazzi di Lercio sotto lo status dello chef:

Gentile Chef, ci dispiace molto aver spoilerato il suo menù pasquale, ma il diritto di cronaca viene prima di tutto. No, a parte gli scherzi, è solo una delle nostre fake news, d’altronde su di lei ne girano molte. Per esempio c’è quella che dice che lei farebbe la pubblicità alle patatine in busta! E c’è qualcuno che ci crede! La scelta è caduta su di lei perché Barbieri è troppo fighetto per farci un articolo e Bastianich ha lo sguardo di uno che condirebbe davvero agnelli vivi. Dai, facciamo pace e andiamo tutti insieme a cena da Cannavacciuolo, offriamo noi

Qui il post in questione: