|

Renato Zero: «Di solito sono i genitori ad educare i figli: stavolta è il contrario»

«La periferia dalla quale proviene la maggior parte degli studenti presenti oggi è numerosa, vivace, esposta, quindi partorisce figli piu esagerati, comunicativi, ribelli e in ogni caso più vivi». Il cantante Renato Zero racconta così, a margine della premiazione di Zero in Letteratura, iniziativa promossa dall’associazione culturale Fonopoli da lui presieduta che premia le migliori analisi fatte dagli studenti di diverse scuole della Capitale di alcuni brani dell’artista. «Con la scuola ho avuto sempre conflittualità; quando nasci con una certa pelle e ti presenti a scuola con fattezze non omologabili crei scompiglio», ha aggiunto Zero. «Ecco perché appena mi è stato possibile sono fuggito dalla scuola. Oggi però la situazione è diversa, gli insegnanti tendono a distiunguere tra gli allievi e rispettarne le diverse individualità, oggi tornerei sui banchi di scuola», ha concluso.

guarda il video:

(video Gaia Romani/alaNEWS)