|

Dj Giuseppe di Radio 105 condannato perché si fingeva poliziotto

Luciano Fronti, 50 anni, in arte dj Giuseppe, è stato fermato a Milano in zona Comasina da due agenti, ai quali si è qualificato come poliziotto, condannato a sei mesi.

dj giuseppe

L’ARRESTO DI DJ GIUSEPPE – Luciano Fronti, in arte dj Giuseppe, conduce il programma radiofonico 105 Music & Cars su Radio 105 insieme con Alvin e lavora da circa 20 anni nelle più famose discoteche italiane, ma lunedì sera è diventato protagonista di uno spettacolo del tutto diverso. Verso le 20 è stato fermato da due agenti all’esterno di un supermercato di piazza Dergano, perché i due erano stati attirati dal rumore emesso da una radio che teneva in mano e che era sintonizzata sul canale della polizia. Fronti avrebbe risposto agli agenti « Sono dell’Antiterrorsimo» mostrando un tesserino e un distintivo falsi che non hanno ingannato i poliziotti veri, con i quali si sarebbe poi giustificato provando a dire che voleva solo «aiutare» le forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE: Zoo di 105: un conduttore condannato a 5 mesi per uno scherzo telefonico

LE CONSEGUENZE DELLA BRAVATA – Perquisito, aveva addosso una pistola ad aria compressa senza tappo rosso. Visti alcuni antichi precedenti è scattata anche la perquisizione domiciliare, nel corso della quale sono stati ritrovati 15 grammi di marijuana. Denunciato, questa mattina è stato processato e ritenuto colpevole solo di possesso di segni distintivi contraffati e «cognizione illecita di comunicazioni o conversazioni telefoniche». La pena, fissata in sei mesi di reclusione dopo il ricorso al  patteggiamento, è stata sospesa, sarà cancellata se ne prossimi cinque anni Fronti si asterrà da raccogliere altre condanne.