non ci resta che piangere
|

Non ci resta che piangere: il fascino del ritorno

NON CI RESTA CHE PIANGERE TORNA AL CINEMA

Il dramma di “un fiorino” rivive e ritorna in oltre 200 sale italiane. “Non ci Resta che piangere”, scritto, diretto e interpretato da Roberto Benigni e Massimo Troisi torna in versione restaurata nelle sale cinematografiche. Dopo oltre 30 anni, il distributore Lucky Red mette a disposizione la pellicola a partire da questo lunedì 2 marzo fino a mercoledì 4.
La versione rimasterizzata è stata possibile grazie al contributo di Medusa, Roberto Benigni e Marco Gaudenzi della Film&Video.

Ecco una clip (che riprende la scena cul del fiorino) del film restaurato:

NON CI RESTA CHE PIANGERE, SANDRELLI: «MAI ESISTITO COPIONE» – «Non c’è mai stato un copione, non l’ho mai visto, al massimo c’era una sorta di canovaccio per qualche scena», ha spiegato al fattoquotidiano.it Amanda Sandrelli al suo esordio cinematografico nella pellicola dell’84.

Girammo gli interni e gli esterni del paesino immaginario di Frittole a Cinecittà. Massimo e Roberto la mattina si ritrovavano in roulotte, scrivevano qualcosa, poi si iniziava a girare. Per il mio ruolo, quello di Pina, c’era scritto solo “giovanissima, 15enne, si innamora di Massimo” e nulla più. Poi Massimo al trucco cominciò a dirmi che gli sarebbe piaciuto che inventassimo per Pina un tormentone, mi chiese di fare un po’ la voce da scema e di ripetere spesso la stessa parola. Roberto, invece, disse “Fai come i bimbi quando parlano talmente in fretta che non prendono fiato”

Ed ecco qui una scena dove Troisi, sempre improvvisando, dedica “Yesterday” ad Amanda Sandrelli:

Ecco qui dove trovare la vostra sala