|

Trasporti a Roma, si chiuderà l’anello ferroviario

Trasporti a Roma, si chiuderà l’anello ferroviario: un po’ il “sogno proibito” del cittadino romano, quello di poter andare dalla zona nordest di Roma a quella nordovest senza dover fare il giro lungo potrebbe davvero diventare realtà. Con l’occasione della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, molti cantieri potrebbero essere aperti: fra questi, anche l’ultima tratta del completamento dell’anello ferroviario, quello da Vigna Clara a Roma Nomentana.

 

uomobilita_anello
Comune di Roma

ROMA, SARÀ COMPLETATO L’ANELLO FERROVIARIO

Scrive la Repubblica nella Cronaca di Roma che “i lavori sono in stato avanzato: la galleria del Pineto, lunga 4 km e 800 metri, è stata completamente ristrutturata, e la fermata Farneto, una delle stazioni fantasma dei mondiali del ’90, è stata smantellata per premettere il transito dei treni in entrambe le direzioni”. Il prossimo step è “il riarmo dei binari”, che sarà pronto per giugno 2014, e ci vorranno poi “altri due anni di cantiere, per un finanziamento complessivo di 102 milioni di euro”. I lavori saranno svolti da Rete Ferroviaria Italiana per conto del Comune di Roma, come recita l’accordo siglato lo scorso dicembre 2014. Una volta portato il treno fino a Vigna Clara, bisognerà costruire il rimanente tratto di binari da quella stazione a Roma Nomentana, dovendo superare il fiume Aniene e sgombrare “le 86 attività commerciali abusive” che si trovano sul letto del treno.

 

LEGGI ANCHE: Metro B a Roma, ennesima mattinata di delirio

ROMA, SCAMBI FERROVIARI E PONTE PEDONALE

Arrivando a Valle Aurelia con la nuova ferrovia leggera sarà possibile lo scambio con la Metro A, proseguendo fino ad Ostiense si avrà accesso alla Linea B; arrivando a Nomentana si accederà alla FR1 per Civita Castellana, e alla FR3 per Viterbo da Ostiense o Valle Aurelia. Un’opera pubblica che, insomma, rivoluzionerebbe il trasporto romano. Nel frattempo, ci informa il Comitato MetroXRoma, stanno lentamente riprendendo i lavori per il ponte ciclopedonale sull’Aniene che conduca dal quartiere Sacco Pastore alla fermata metro B1.

In prossimità dell’area verde di Via Val Solda, qualcosa comincia timidamente a muoversi. Per ora si tratta solamente di indagini parallele alla progettazione esecutiva che andranno avanti fino a Marzo inoltrato. Da li a breve dovrebbero partire i lavori veri e propri, plausibilmente entro l’estate; Quindi rimane concreta e plausibile il termine dell’opera entro l’estate 2016, dopo 330 giorni di lavori, come annunciato tempo fa dal Presidente del III Municipio.

A fine aprile 2015 dovrebbe aprire anche la stazione Jonio.