|

La vergogna di affittopoli Roma vale 8 milioni di euro

Ieri Le Iene sono tornate sullo scandalo affitti del Comune di Roma. Il Campidoglio vuole infatti vendere oltre 700 immobili di sua gestione per poter fare cassa. Immobili che, sottolinea il programma di Italia 1, sono affittati a pochi euro al mese.

 

affittopoli

 

AFFITTOPOLI: CAMPIDOGLIO ASPETTA 8 MILIONI DI EURO DA ANNI – Secondo quanto dichiara il servizio un cittadino paga 163 euro al mese per una casa, a due passi da piazza Navona, di 82 metri quadri. La iena Filippo Roma raccoglie anche le parole del consigliere comunale Alessandro Onorato che si è preoccupato di prendere la lista degli immboli ora in svendita al Comune. E da qui si scoprono cose interessanti. L’89 per cento degli inquilini stanno dentro gli immobili senza alcun titolo, che in tanti non pagano neanche quella quota irrisoria e che il Comune deve ricevere ben oltre 8 milioni e 800 mila euro di quote non ancora versate.

 

affittopoli 2

LEGGI ANCHE: Svendopoli Roma, la lista degli immobili affittati a zero euro

 

AFFITTOPOLI: CASA COLOSSEO A 100 EURO AL MESE – La maggior parte delle case sono in zona Colosseo, Fontana di Trevi, Campo de’ Fiori. «Mio padre era dipendente del Comune di Roma – spiega un inquilino – gli han dato casa. Basta». C’era Veltroni, Alemanno, altri sindaci hanno fatto queste cose quà. Chi lavorava al Comune di Roma aveva una casa». Una inquilina abusiva spiega come è entrata dentro: «Eh sono arrivate delle persone e ci hanno fatto entrare». Nel “suo” immobile pendono 17 mila euro di affitti non pagati. «Suo padre come ha fatto ad occupare la casa?» chiede la Iena ad un altro “abusivo” in zona Colosseo. «Non so», replica l’uomo. L’inviato gli sottolinea la morosità. Lui controbatte: «Vabbè è inutile che ti sto a dire cosa è quella morosità. Non è mia. Non c’è una organizzazione che ti spiega le cose». Nessuno del Comune, in questi anni, si è mai presentato a chiedere le quote.In alcuni immobili sono presenti alcune attività commerciali. Alcuni ricevono i bollettini ma in tanti – tra gli esercenti – non hanno mai ricevuto un “contratto”.

 

Guarda la gallery:

(Gli immobili ad affitti stracciati)

Come mai nessuno dal Campidoglio si è preoccupato nel riscuotere le quote? Luigi Nieri, vicesindaco di Roma, replica a Le Iene: «Abbiamo amministrato bene, abbiamo portato fuori dal porto delle nebbie il patrimonio, è messo tutto su Internet». La iena però sottolinea come l’elenco sia incompleto, sia nella lista, che nelle metrature, che nei nominativi e quote (anche dovute). «Il garante della privacy non ci ha permesso di pubblicarlo», spiega Nieri. Falso. Il garante della privacy ha smentito alla redazione stessa come non si sia mai intromesso nella vicenda. Così, lo scandalo affitopoli continua.