|

Isis, 118 uomini e 9 bambini rapiti in Iraq

Ancora drammatiche notizie dai territori controllati dall’Isis. Stando a quanto riporta Al Jazeera a Tikrit, in Iraq, i miliziani del Calffato di Bakr al Baghdadi hanno rapito 118 uomini e 9 bambini di età compresa tra i 9 e i 10 anni. A raccontare l’accaduto all’emittente araba è stato lo sceicco iracheno Anwar al Assi Obeidi. Il rapimento sarebbe avvenuto tre giorni fa nel villaggio di Rubaitha, ad est della città irachena di Tikrit. Da allora 21 uomini sarebbero stati rilasciati, mentre i 9 bambini sarebbero ancora nelle mani dei jihadisti in una località sconosciuta.

 

Isis decapita l'ostaggio giapponese, Tokyo piange Kenji Goto(Foto Reuters da archivio LaPresse)

 

LEGGI ANCHE: Come si attrezza l’talia contro Isis

ISIS, RAPIMENTO A TIKTIT – Lo sceicco ha raccontato che dallo scorso mese di giugno sono stati uccisi ben 600 membri della sua tribù sunnita al Obeid e che il rapimento è un tentativo dei combattenti dello Stato Islamico di punire chi si è armato per contrastare l’avanzata dell’esercito nero. I prigionieri hanno infatti familiari che combattono l’Isis con i sunniti. La notizia, diffusa con alcuni giorni di ritardo a causa dell’interruzione del collegamento telefonico, arriva un giorno dopo un’altra tragica notizia, quella del rapimento di 70 cristiani assiri nel nord est della Siria. I jihadisti hanno anche dato fuoco a una delle chiese più antiche della Siria.

TAG: ISIS