Assalto al caveau con ruspa e kalashnikov, ladri messi in fuga dai Carabinieri
|

Terrorismo Roma, i soldati davanti alle scuole internazionali

Terrorismo a Roma, i cinquecento soldati che arriveranno nella Capitale nell’ambito del progetto “Città Sicure” saranno schierati in varie location sensibili della Città e anche davanti ad istituti scolastici, particolarmente davanti agli istituti internazionali frequentati da figli di diplomatici. “Tutti gli istituti”, ha disposto il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, “devono essere raggiungibili dalle pattuglie di polizia e carabinieri in massimo 5 minuti”.

Il Prefetto di Roma dice no al quartiere a luci rosse: «sarebbe favoreggiamento»
Giuseppe Pecoraro Roberto Monaldo / LaPresse

ROMA, I SOLDATI DAVANTI ALLE SCUOLE DEI DIPLOMATICI

Sono quattro le brigate mobilitate dall’Esercito per venire incontro ai problemi della Capitale: si parla della Folgore dalla Toscana, della Garibaldi dalla Campania, i Granatieri del Lazio e la Pinerolo da Bari. Lorenzo de Cicco sulla Cronaca di Roma del Messaggero riassume i giorni di tensione in vista dell’appuntamento di sabato 28 febbraio, quando per la città ci saranno ben quattro cortei altamente politicizzati, e solo uno di essi per ora è regolarmente autorizzato dalla Questura.

Oggi intanto si riunisce in Prefettura il Coordinamento delle forze di polizia per le misure di ordine pubblico di sabato. Una giornata ad alta tensione vista la concomitanza della manifestazione della Lega Nord di Matteo Salvini a piazza del Popolo con il contro-corteo dei centri sociali che vorrebbero sfilare da piazza Vittorio a Sant’Andrea della Valle. Corteo a cui hanno aderito anche No Tav e antagonisti, si teme la presenza di gruppi eversivi.

LEGGI ANCHE: Terrorismo a Roma, si cercano due libici

ROMA, TENSIONE PER I CORTEI

Oltre ai due cortei lungamente annunciati, tenuti sotto controllo per paura di blitz reciproci da parte dei manifestanti, sono previsti altri due presìdi non autorizzati in città sabato.

I neofascisti di Casapound stanno organizzando un presidio sabato mattina a piazza Vittorio, proprio dove nel pomeriggio dovrebbero partire i centri sociali.

A piazza Cola di Rienzo la destra sociale ha inoltre intenzione di manifestare in memoria di Mikis Mantakis. Dei tre cortei, per ora, solo quello di Matteo Salvini contro Ignazio Marino e Matteo Renzi è regolarmente autorizzato.

Foto Alessio Barbati / GIornalettismo
Foto Alessio Barbati / GIornalettismo

 

In questi giorni nelle metropolitane di Roma sono inoltre in circolazione le prime unità cinofile: “I cani sono un deterrente, non possono garantire la sicurezza, ma sono un tassello del sistema”, dice il responsabile della sicurezza dell’Atac,  Pierluigi Pelargonio. Sono più di 4mila all’anno le denunce che gli utenti della metro di Roma sporgono, in relazione alla sola stazione Termini dove sono state aperte le prime sale operative per il controllo del sistema del Tpl romano.