|

I cinquant’anni di Alessandro Gassmann

Alessandro Gassmann compie cinquant’anni: l’attore romano, figlio del grande attore e regista Vittorio, spegne cinquanta candeline e festeggia una carriera quasi trentennale, iniziata appena adolescente e proprio a fianco del padre. Oggi, Alessandro Gassmann (il cui cognome in realtà è appunto Gassmann, con la seconda “n” aggiunta da lui stesso in onore del nonno, di origini tedesche) è uno dei più apprezzati attori italiani con un lungo curriculum di lavori che spaziano dal cinema alla televisione toccando anche il teatro.

Vittorio Gassman con i figli Alessandro e Jacopo (Foto: LaPresse)
Vittorio Gassmann con i figli Alessandro e Jacopo (Foto: LaPresse)

Nato dal terzo matrimonio di Vittorio, che sposò in terze nozze l’attrice francese Juliette Mayniel, Alessandro Gassmann ha fatto il suo esordio al cinema nel 1982, con Di padre in figlio, scritto a quattro mani con il padre, del quale in seguito dirà che «È un bravo papà».

 

Seguirà poi il sodalizio artistico con un altro figlio d’arte, Gianmarco Tognazzi, figlio di Ugo, con il quale reciterà in pellicole di successo come Uomini senza donneFacciamo fiesta, Ex e Natale a Beverly Hills

Alessandro Gassmann al 71° Festival del Cinema di Venezia - Foto:  GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images
Alessandro Gassmann al 71° Festival del Cinema di Venezia – Foto: GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images

Dopo il successo di pubblico e critica de Il bagno turco di Ferzan Özpetek, dove interpreta il ruolo di Francesco, Gassmann diventa testimonial per numerosi brand italiani e stranieri e il suo volto diviene famoso in tutto il mondo. Una nuova ondata di notorietà gli arriva con il ruolo di Carlo Paladini in Caos Calmo dove recita al fianco di Nanni Moretti, diretto da Antonello Grimaldi. È il 2008: con Caos Calmo Alessandro vince il David di Donatello, un Nastro D’Argento e diversi altri premi.

LEGGI ANCHE: Gino Paoli, la lettera con cui ha lasciato la presidenza della SIAE

Nel frattempo, tra un film e una fiction per la tv, arriva anche il teatro: nel 2010 diventa  direttore del Teatro stabile del Veneto “Carlo Goldoni”; e realizza Vittorio racconta Gassman, documentario sul padre a dieci anni dalla sua scomparsa, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia di quell’anno.

Alessandro Gassmann sul red carpet del 65° Festival del Cinema di Venezia -  Foto: Stefano Meluni/Lapresse
Alessandro Gassmann sul red carpet del 65° Festival del Cinema di Venezia – Foto: Stefano Meluni/LaPresse

Negli ultimi cinque anni Gassmann ha lavorato in una dozzina di film compreso Basilicata coast to coast dove recita al fianco di Rocco Papaleo, qui in veste anche di regista.

 

Dietro la macchina da presa Alessandro Gassmann ci arriverà nel 2013 con Razzabastarda: il film racconta la storia di un immigrato romeno che, pur frequentando il mondo dell’illegalità, sogna per il figlioletto un futuro diverso. Razzabastarda gli frutterà numerose nomination a premi nazionali, e la consacrazione come regista oltre che come attore.

 

(Photocredit copertina: Gian Mattia D’Alberto/LaPresse)