|

I 10 “rimedi casalinghi” per curare una sbronza che non funzionano (e che possono farti stare peggio)

È stata una serata bellissima e vi siete divertiti alla follia. Tanto che vi siete un po’ lasciati andare, finendo per bere un tantino di troppo. Il risultato? Eccolo: è la mattina successiva, e avete tutti i classici sintomi dell’hangover, ovvero un dopo-sbronza con i fiocchi. Mal di testa, bruciore di stomaco, nausea e irritabilità. Che fare per tornare presto in forma? La cultura popolare suggerisce alcuni “trucchi” ma non sempre sono veramente utili per curare i postumi di un’ubriacatura. Anzi, come spiega Health.com alcuni consigli possono essere dannosi o addirittura pericolosi… Meglio evitare, e preferire un po’ di sano riposo.

Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock

LEGGI ANCHE: I 22 tipi di sbronza che ti rovinano ogni santa domenica mattina

Scoprili tutti:

  • 1. «LA MATTINA DOPO, QUANDO TI SVEGLI, DEVI FARE IL “RICHIAMINO”» – Si dice che per eliminare gli effetti nefasti di un hangover sia necessario bere una piccola quantità d’alcool la mattina successiva. Funziona davvero? Forse, e solo per un periodo di tempo limitato. L’alcool, infatti, può alleviare alcuni sintomi del dopo-sbronza, ma con l’unico risultato di prolungarla nel tempo. In grandi quantità l’alcool risulta tossico per l’organismo e bisogna dare al corpo il tempo di eliminarlo completamente.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 2. «DEVI FARE UNA COLAZIONE SOSTANZIOSA, UNTA E BISUNTA» – È opinione comune che un post-sbronza possa essere curato mangiando qualcosa di molto grasso, come uova e pancetta. I medici lo sconsigliano, perché l’alcool ha già irritato le mucose gastriche (specialmente se si è stati tanto male da vomitare) e mangiare cibi pesanti possono solo causare un fastidioso bruciore di stomaco. Dopo una sbronza si deve sì mangiare, ma qualcosa di facilmente digeribile come toast e cereali.
Foto: Scott Barbour/Getty Images
Foto: Scott Barbour/Getty Images
  • 3. «DEVI BERE UN ALKA-SELTZER» – Si tratta di un blando analgesico effervescente in commercio dai primi anni Trenta, consigliato per liberarsi di bruciori di stomaco, mal di testa e, appunto, per curare i postumi di un’ubriacatura. Poiché contiene bicarbonato di sodio, si rivela utile per contrastare l’acidità di stomaco prodotta dall’alcool. Ma attenzione: poiché la formulazione contiene anche acido citrico e acido acetilsalicilico (lo stesso principio attivo dell’Aspirina) potremmo finire per avere lo stomaco più irritato di prima.
  • 4. «CI SONO LE PILLOLE APPOSTA» – In commercio esistono diversi tipi di compresse studiate apposta per alleviare i sintomi di un hangover. Di nessuno di questi prodotti, tuttavia, è stata scientificamente provata l’efficacia. Tanto vale, allora, assumere un integratore vitaminico per recuperare in fretta i sali minerali persi, specialmente se si ha vomitato.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 5. «DEVI BERE UN BEL CAFFÈ» – Spesso il caffè viene considerato la miglior cura per un dopo-sbronza, ma attenzione, potenzialmente potrebbe ingigantire gli effetti dell’hangover. Perciò andateci piano: anche se siete consumatore abituali di caffè, il consiglio è di berne solo una quantità minima e aspettare una trentina di minuti prima di assumerne ancora, per evitare di stare ancora peggio
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock

LEGGI ANCHE: La mappa mondiale dei cibi che ti salvano quando sei sbronzo – Foto

 

  • 6. «DEVI BERE ACQUA ED ENERGY DRINK» – Si tratta di un consiglio azzeccato: l’alcool, infatti, causa una forte disidratazione dell’organismo, una condizione responsabile del mal di testa, dei bruciori di stomaco, della nausea e di tutti gli altri poco simpatici sintomi di un post-sbronza. Per questo è bene reintegrare al più presto i liquidi persi con acqua, succhi di frutta, o bevande ricchi di sali minerali usate dagli sportivi.
  • 7. «DEVI PRENDERE UN ANTIDOLORIFICO» – Anche questo consiglio può essere utile: curiosamente i sintomi di un hangover – sia per gli uomini che per le donne – non sono poi molto diversi da quelli sperimentati dalle donne durante la famosa e temutissima sindrome “pre-mestruale”, un comune analgesico a base di ibuprofene può aiutare. Attenzione però, mai assumere medicinali a caso: meglio chiedere consiglio a un medico o a un farmacista.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 8. «DEVI FARE UN PO’ DI ESERCIZIO FISICO» – Per quanto la mattina dopo un’ubriacatura l’ultima cosa che si voglia fare è quella di andare a correre o fare flessioni, sarebbe bene cercare di sforzarsi e muoversi un pochino. Ma con grande cautela: il corpo potrebbe essere già molto provato dalla nottata precedente, sopratutto in presenza di sintomi di disidratazione. Quindi riposo, prima di ogni altra cosa.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock
  • 9. «DEVI FARE UNA BELLA SAUNA» – Spesso si dice che sudare in un ambiente molto caldo e umido come una sauna possa “far uscire l’alcool direttamente dalla pelle”. Meglio evitare: dopo un’ubriacatura il corpo è già disidratato e non sarà perdendo altri liquidi che si migliorerà la situazione. Oltretutto il calore fa scendere la pressione sanguigna: il rischio è di collassare, cosa che potrebbe rivelarsi addirittura fatale.
  • 10. «DEVI FARTI UNA BELLA DORMITA» – Si tratta dell’unico consiglio veramente sensato e privo di pericolosi effetti collaterali: in genere un hangover segue una notte dove si è dormito poco e male e gran parte dei sintomi possono essere dettati dalla mancanza di sonno ancora prima che dagli effetti dell’alcool. Se ci si può concedere il lusso di passare “il giorno dopo” tra letto e divano, si tratta del miglior rimedio per curare una sbronza: il corpo sa come gestirsi e recuperare anche da solo. Bisogna solo avere un po’ di pazienza e aspettare che passi.
Foto: Thinkstock
Foto: Thinkstock

(Photocredit copertina: Thinkstock)