I 20 tipi di status su Facebook che anche tu segretamente odi
|

Video-virus su Facebook, ecco l’ultima minaccia. E come difendersi

«Vi ritrovate taggati in un video o in una foto da un vostro amico (si tratta quasi sempre di pornografia) solo che il vostro amico non ne sa nulla e se, incuriositi, cliccate sul link, il vostro pc sarà infettato da un virus». È l’ultimo allarme lanciato da Lisa, l’agente virtuale della Polizia che dal web fornisce informazioni utili ai cittadini per evitare spiacevoli truffe. L’annuncio, postato dalla poliziotta la scorsa settimana, ha rapidamente ha fatto il giro della rete (oltre 50mila condivisioni in 5 giorni) e riguarda un filmato che rimbalza di bacheca in bacheca su Facebook.

 

 

VIRUS SU FACEBOOK, COME DIFENDERSI – Cliccando sul video un «programma malevolo» potrebbe insinuarsi nel computer e carpire «anche dati sensibili» dell’utente. Insomma, si tratta di una minaccia da non sottovalutare e dalla quale difendersi. In che modo? Su questo punto l’agente Lisa dà precise indicazioni:

Innanzitutto evitate di cliccare su link che vi sembrano strani (possibile che un mio amico mi tagghi in un video porno sulla mia bacheca?) Installate un buon antivirus aggiornato. E usate il passaparola con i vostri contatti di Facebook. Una buona idea è quella di scrivere un post sulla vostra bacheca dicendo a tutti gli amici che non avete taggato nessuno su video o foto e di non aprire link inviati a vostro nome perché si tratta di un virus.

 

LEGGI ANCHE:
Facebook: torna il virus degli occhiali Ray Ban
Il virus di Facebook che tagga tutti i tuoi amici a tua insaputa
Anonymous contro l’Isis: spenti centinaia di account jihadisti di Twitter e Facebook

 

VIRUS SU FACEBOOK, FUNZIONALITÀ A RISCHIOIl Messaggero, intanto, in un articolo a firma Michela Allegri indica altre funzionalità di Facebook a rischio.

Altra applicazione a rischio, è il noto “Facebook color changer”, che a prima vista sembra consentire di cambiare colore alla schermata del social, e invece permette ai creatori del finto servizio di accaparrarsi le password dell’utente infettato. Al terzo posto nella classifica delle minacce più insidiose, ci sono i finti video virali e i filmati che ritrarrebbero le celebrità in versione sexy. Anche in questo caso, si tratta di schermate fasulle. E non è tutto: le pagine web contengono un meccanismo in grado di ripubblicare la visualizzazione tra i contatti, diffondendo in modo esponenziale il virus. Un’ulteriore pericolosa “ossessione” per gli utenti social, è quella di voler scoprire ad ogni costo chi li abbia eliminati dalla lista degli amici. Poco tempo fa, è spuntata un’applicazione realizzata ad arte che, apparentemente, permetteva di visualizzare la lista dei “nemici”. Come spiegano gli esperti, si tratta di una funzionalità inesistente che, oltretutto, violerebbe la privacy online.

(Foto di copertina da archivio Getty Images. Credit: Juan Mabromata / Afp)