|

Rissa a Tor Sapienza, ragazzo in ospedale con una chiave conficcata in testa

Una violentissima rissa a Tor Sapienza si è conclusa con tre arresti, un fuggitivo, e un ragazzo in ospedale con una chiave d’accensione dell’auto conficcata in testa. È successo all’alba di domenica mattina davanti al bar “New York 777” in via di Tor Cervara. La scintilla tra due albanesi un romeno e due italiani si è accesa all’interno del locale, alimentata dall’abuso di alcol e la rissa è proseguita in strada.

SOTTO GLI OCCHI DELLLA POLIZIA – La polizia è intervenuta prontamente riuscendo a bloccare due uomini che si stavano picchiando, ma il trentaduenne albanese è riuscito a divincolarsi dalla presa dei due agenti e a conficcare la chiave dell’auto in testa a Giammarco Merafino. Il ragazzo, vent’anni, con precedenti penali è stato ricoverato d’urgenza al policlinico Umberto I. La chiave è penetrata per quattro centimetri all’altezza del sopracciglio sfiorando quasi il cervello. Il ragazzo è stato operato d’urgenza anche per un’emorragia interna.

ARRESTATI – Sono finiti in manette un romeno di 36 anni e due albanesi di 32 e 33 anni. L’altro italiano coinvolto è riuscito a scappare, ma sarebbe già stato identificato dagli agenti.