|

Sanremo 2015, Massimo Ferrero infiamma il Festival e sbanca Twitter

Massimo Ferrero show al Festival di Sanremo. La presenza sul palco dell’Ariston del Viperetta, imprenditore cinematografico diventato noto al grande pubblico dopo l’acquisto della Sampdoria, ha scatenato il pubblico che su Twitter ha commentato la sua performance.

“So quello verooo” urla all’entrata, poi chiude cantando “Vita spericolata” (e fosse stato per lui l’avrebbe fatta tutta) e lamentandosi del fatto che Conti gli ha dato solo tre minuti “c’ho messo 50 anni a venì qua, mò me cacci subito”. E il conduttore toscano, omaggiato di una maglia della Samp numero 10 con su scritto “Conti=Tv” lo placa facendogli dire “stop al televoto”. E lui esce, rumorosamente, urlando “Forza la Sampe” e salutando il suo allenatore “ciao Sinisa!”, i giocatori e dicendo “venite allo stadio!”.

E si permette anche un balletto. Se vogliamo chiamarlo così.

Il solito Ferrero. Altro che Pintus e Siani, il vero comico è stato, come sempre, lui. E ha anche svelato che “Viperetta”, il soprannome con cui è noto nel mondo del cinema, è figlio della mente geniale della grande Monica Vitti.

CHI È MASSIMO FERRERO –

A confermare la presenza al Festival è stato proprio Ferrero con un tweet in cui ha “promesso” a Emma Marrone «una nota stonata per farti rimanere incantata».

 

Ferrero iniziò il suo percorso nel cinema a 18 anni con lavori marginali a livello organizzativo. Divenne direttore di produzione nel 1974 ottenendo nel 1983 la qualifica di organizzatore generale. Divenne poi produttore esecutivo di film come Ultrà di Ricky Tognazzi. Negli anni a venire acquistò 60 sale cinematografiche, delle quali 11 del gruppo Safin, in seguito al fallimento di Vittorio Cecchi Gori ed oggi gestisce 30 schermi nel centro di Roma, tra cui il Cinema Adriano. Nel 2009 acquistò attraverso FG Holding acquisisce la compagnia aerea di voli charter Livingston Energy Flight. L’anno dopo l’Enac sospese la licenza e nel 2014 Ferrero venne condannato col patteggiamento a un anno e dieci mesi per il reato di bancarotta fraudolenta, oltre al pagamento di parte dei debiti dovuti al fallimento della compagnia. Il 12 giugno 2014 rileva a titolo gratuito da Edoardo Garrone la Sampdoria accollandosi circa 15 milioni di euro di debiti. Ferrero è sposato con Laura Sini, ereditiera dell’azienda casearia «I Buonatavola Sini», produttrice ed esportatrice di prodotti negli Usa.

LEGGI ANCHE: Lo show di Massimo Ferrero che «intervista» una giornalista